Gare

Mondiali Master: Piantoni e Corsi gold!

Prima giornata di gare del Criterium Mondiale Master, in programma nella località americana di BIG SKY. Gruppo A e il Gruppo C, quello femminile, disputano lo slalom e il Gruppo B il Superg. Miglior risultato della giornata quello del nostro Gian Mauro Piantoni, che realizza il miglior tempo assoluto nello slalom.  La gara interessava il Gruppo A, atleti dai 30 ai 54 anni divisi nelle rispettive categorie. Sei gli italiani di questo gruppo, con Mauro, primo assoluto e di categoria nella A3 (40/44 anni) abbiamo avuto un brillante: Mauro Lapucci, che lascia il bronzo per soli 51 centesimi e si deve accontentare del quarto posto. Slalom anche nel settore femminile, dove la migliore delle nostre atlete è stata: Anna Fabretto Martinelli, medaglia di bronzo nella sua categoria. Medaglia sfiorata per: Helga Runggaldier, nonostante una seconda mance all’attacco, non ricupera e finisce al quarto posto. Due quinti posti per: Marina Capretta e Roberta Persico, avranno modo di rifarsi in specialità a loro più favorevoli. Fuori la nostra specialista dello slalom: Doranna Melegari, con lei fuori anche Claudia Simioni.

Alberto Corsi

Nel superg del Gruppo B, ennesima medaglia d’oro per: Alberto Corsi, fresco vincitore dei Campionati Italiani e della Coppa Italia, continua la sua cavalcata vincente. Ottimo il risultato di: Alfredo Gualla, medaglia d’argento per il nostro campione valdostano, secondo tempo assoluto dopo l’americano Gottfried Ascher. Sfugge il bronzo per pochi centesimi al nostro Bruno Pachner, quarto in una classifica con 7 americani ai primi otto posti, bravo comunque. Non delude ma deve accontentarsi del quinto Hermann Oberlechner. Nei primi 10 di categoria possiamo annoverare al sesto: Natale Bavo; al settimo: Massimo Panzani e Corrado Canonico e al nono: Valerio Locatelli e Gianfredo Puca.

Alcuni dei nostri Azzurri poresenti ai Mondiali Master di Big Sky Montana
Tags

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment