Gare

Mondiali scialpinisno: argento e bronzo nelle staffette

Chiude con una medaglia d’argento nella staffetta maschile l’Italia ai Mondiali di casa di Alpago-Pincavallo. Nadir Maguet, Robert Antonioli, Michele Boscacci e Damiano Lenzi sono secondi alle spalle degli Svizzeri, che conquistano l’oro per soli 4 secondi. Medaglia di bronzo per la Spagna, sataccata di 20 secondi dall’Italia. Quarto posto per la Francia e quinto per l’Austria.
Si tratta della quarta medaglia al Mondiale per Damiano Lenzi, dopo l’oro nell’individuale e nella Team race, e l’argento nella Vertical.
La Francia si aggiudica l’oro nella staffetta, l’ultima gara femminile ai Mondiali di Alpago-Piancavallo. Letitia Roux, con Axelle Mollaret e Valentine Fabre completano il percorso nel tempo di 28’44, e precedono la Spagna, con Mireia Mirò, Claudia Galicia e Marta Garcia, staccate di quasi un minuto.
Medaglia di bronzo per l’Italia grazie a Alba De Silvestro, Martina Valmassoi e Giulia Compagnoni, a soli 11 secondi dall’argento.
Quarto posto per la Svizzera e quinto per l’Austria.

Ordine d’arrivo staffetta maschile WCH Alpago-Piancavallo:
1 ARNOLD, Iwan STEINDL, Andreas MARTI, Werner ECOEUR, Yannick SUI 31:19.36
2 MAGUET, Nadir ANTONIOLI, Robert BOSCACCI, Michele LENZI, Damiano ITA 31:23.83
3 MARTíNEZ DE ALBORNOZ MARQUéS, Iñigo CARDONA COLL, Oriol JORNET BURGADA, Kilian PINSACH RUBIROLA, Marc SPA 31:43.37
4 FAVRE, Valentin SEVENNEC, Alexis GACHET, Xavier BON MARDION, William FRA 32:27.06
5 ZUGG, Daniel HöFL, Armin WEIßKOPF, Martin HERRMANN, Jakob AUT 32:35.70

Ordine d’arrivo staffetta femminile WCH Alpago-Piancavallo:
1 ROUX, Laetitia MOLLARET, Axelle FABRE, Valentine FRA 28:44
2 MIRó VARELA, Mireia GALICIA COTRINA, Claudia GARCIA FARRES, Marta SPA 29:43
3 DE SILVESTRO, Alba VALMASSOI, Martina COMPAGNONI, Giulia ITA 29:54
4 MATHYS, Maude FIECHTER, Jennifer PONT COMBE, Séverine SUI 30:19
5 FORCHTHAMMER, Ina ERHART, Johanna HAUSER, Alexandra AUT 32:43

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment