Gare

Monica Zanoner è settima sulla VolatA in Coppa Europa

Monica Zenoner è settima sulla VolatA in Coppa Europa.
La svizzera Juliana Suter si p aggiudicata la seconda discesa disputata sulla pista VolatA al passo San pellegrina, gara valida per il circuito di Coppa Europa.

La ventitreenne di Stoos ha dimostrato di saper interpretare meglio di tutte questo difficile tracciato, che misura 2.350 di lunghezza e presenta 630 metri di dislivello e che lo scorso febbraio aveva ospitato per la prima volta la Coppa del Mondo femminile.

Juliana ha fatto la differenza soprattutto nel tratto centrale, il più tecnico, dove è riuscita a risultare scorrevole e precisa. Così sul traguardo ha fatto registrare il tempo migliore di 1’22”99, aggiudicandosi il Trofeo Alberto Vendruscolo e vincendo per la quarta volta su questo tracciato: ai Mondiali junior del 2019, oltre ad una doppietta, sempre in Coppa Europa, nel dicembre 2017 e nel superG del marzo scorso.

Dopo il secondo posto ottenuto domenica Juliana si è dunque ampiamente riscattata, riuscendo a precedere l’austriaca Christina Ager, seppure di soli 8 centesimi, terza l’altra svizzera Janine Shmitt staccata di 14 centesimi.

Altra discesa positiva per la poliziotta Monica Zanoner, che si è perfezionata di una posizione rispetto alla competizione di domenica, facendo registrare il suo miglior risultato assoluto in Coppa Europa. La ventiduenne di Campitello di Fassa ha ottenuto il settimo posto, con un gap di 66 centesimi dalla vincitrice di giornata, ed è pure la migliore delle azzurre in questo secondo atto delle gare fassane.

Un bilancio eccellente per Monica, considerando che è reduce da un infortunio che l’ha tenuta lontano dalle gare per parecchio tempo, ed ottenuto soprattutto sulla pista di casa.

Subito dietro alla Zanoner troviamo l’altra azzurra Elena Dolmen, ventiquattrenne di Auronzo di Cadore, a 7 centesimi dalla fassana.

Sempre in chiave italiana la venticinquenne di Castelrotto Verena Gasslitter è decima, la genovese Valentina Cillara Rossi è dodicesima, la gardenese Teresa Runggaldier è tredicesima, la valdostana Giuliana Albano è 15ª e la bormina Federica Sosio è 16ª.

Due gare che rimarranno nel cuore anche alla dicottenne di Mazzin di Fassa Sofia Vadagnini, atleta del Comitato Trentino Fisi, dato che ha rappresentato il suo esordio in Coppa Europa.

Dopo il 55° posto di domenica, la poliziotta si è migliorata chiudendo 28ª.

Per lo Ski Team Fassa presieduto da Leonardo Bernard si chiude in maniera positiva una settimana di eventi di Coppa Europa, avendo dimostrato che il sodalizio della valle ladina rimane un importante punto di riferimento per lo sci italiano, in attesa che prima o poi possa tornare su questi tracciati un evento di Coppa del Mondo. Monica Zenoner è settima 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.