Gare

Neve su St. Moritz, tutto rinviato

Il Mondiale di St. Moritz 2017 comincerà con il superG femminile, in programma per domani alle 12. Sarà direttamente gara per le medaglie, dopo che oggi le prove della discesa sia femminile che maschile sono state cancellate a causa dell’abbondante nevicata, caduta su St. Moritz per tutta la giornata di ieri durante la notte.
Ora il meteo apre uno spiraglio per domani, perché è dato un miglioramento, e già oggi ha smesso di nevicare. Sarà comunque molta la neve che gli organizzatori dovranno levare dalla pista, per renderla omogenea.
Le azzurre si preparano, dunque, al debutto in gara, ed ecco la formazione azzurra: Sofia Goggia, Federica Brignone, Elena Curtoni, Fancesca Marsaglia.
Le loro dichiarazioni pre-gara:

Federica Brignone: “Ai Mondiali si parte da zero, sono la decima vediamo che pettorale mi lasciano. Comunque sarà partirò a tutta e cercherò di fare la miglior gara possibile. Spero di sciare come so e spero di dimostrare che in superG ho fatto un salto avanti quest’anno. A Cortina non è andata come volevo, avrei desiderato molto di più, anche perché avevo fatto bene la discesa il giorno prima. Spero di riuscire a fare una gara fatta bene. Poi, quando taglierò il traguardo guarderò il tempo e capirò come è andata. Mi auguro che ci sia una pista sicura, oggi non lo era, speriamo una gara regolare per tutte, e che nessuna si faccia male. Tutte attacchiamo a un Mondiale. Ma sono certa che gli organizzatori sapranno fare un buon lavoro mettendo la pista in bolla”.

Francesca Marsaglia: “Arrivo al Mondiale un po’ arrabbiata e questa può essere un’arma positiva. Ho un buon feeling con il superG, ma non sono ancora riuscita a tradurre quel feeling in risultati importanti. Ho due top ten, ma non è esattamente quello che vorrei. Il mondiale è una gara a sé, devo stare tranquilla e fare quello che so fare. Non dovrebbero esserci problemi di visibilità, anche se c’è molto da pulire in pista. Ma abbiamo già visto le piste cambiare completamente da un giorno con l’altro”.

Elena Curtoni: “Oggi abbiamo fatto ricognizione, c’era un po’ di vento. Al momento la pista non è proprio il massimo, ma la sapranno sistemare. A me piace St. Moritz, ho anche fatto un podio in discesa qui. Le condizioni sono sempre variabili e bisogna saper sfruttare il numero e il momento migliore.
Penso che parteciperò alla cerimonia di apertura questa sera, ho sempre partecipato. Mi piace: il Mondiale è un evento ed è bello partecipare”.

Sofia Goggia: “Arrivo con le carte in regola e con dei podi in specialità a questa gara del Mondiale, ma soprattutto ci arrivo con una spensieratezza totale e senza alcuna aspettativa. Cercherò di vivermi la gara con serenità e consapevolezza, quando sarò al cancelletto. Conosco abbastanza poco la pista. L’ho fatta una volta in velocità e una in Coppa Europa. Oggi non era assolutamente fattibile. Domani tracciano gli italiani, quindi forse potremo avere qualche indicazione riguardo al tracciato. Comunque sia, io arrivo alla gara con cuore leggero, mi sembra una gara come le altre. Non mi sembra vero di essere ai Mondiali”.

da fisi.org

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment