Gare

Oslo: a Shiffrin e Myhrer il city Event

Peccato, davvero peccato, perché questa tipologie di gare vive sullo show, sulle emozioni della sfida adrenalinica. Ma se la nebbia non ti fa vedere nulla, quello che rimane è davvero poco. Per di più, il tempio della storia dello sci con tanta gente seduta nello stadio il primo giorno dell’anno avrebbe meritato quacosa di più. Detto questo, Mikaela Shiffrin si conferma regina dello sci femminile.

In queste gare lampo riesce a intimidire le avversarie e a batterle tutte. E’ andata in finale con Wendy Holdener (ha battuto Meillard, terza alla fine) dopo aver eliminato in semifinale Frida Hansdotter. In realtà nella prima sfida la differezna è stata di 1 solo centesimio per l’americana, poi nel ritorno non c’è stata tanta storia.

In campo maschile, Andre Myhrer non ha mai dato segno di cedimento. In tutte le manche ha sempre chiuso con ampio vantaggio le sue vittorie parziali. In semifinale se l’è vista con Dave Ryding che aveva a sua volta fatto fuori Hirscher, e nell’atto fin ale si è ritrovato Mario Matt che ha avuto forse un iter più semplice, nche se nè stato bravo a mandare nella finalina per il terzo e quarto posto, il tedesco Strasser, il vincitore di Stoccolma.

Nell’atto foinale Myhrer ha battuto Mario sia nella prima che nella seconda prova, quando l’austriaco nel tentativo fisperato di recuperare 26/100, è uscito.

Gross Moelgg, Costazza e Curtoni sono usciti al primo turno!

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment