Gare

Paris e Fill: il perché della sconfitta

Ecco come i nostri due alfieri della velocità hanno commentato la loro prestazione di oggi, che purtroppo non ha dato i risultati sperati:

Dominik Paris:C’era un po’ di nebbia fino al primo salto, ma poi si vedeva bene. Ho fatto bene, le sensazioni erano buone e sono abbastanza contento. Sembra che non fosse la mia pista, ma ci ho provato. La pista si è velocizzata, ma sarebbe anche potuto succedere il contrario. Farò la combinata, anche se lo slalom per me non è più semplice che il superG e la discesa per cercare una medaglia. Ma vedremo cosa succederà domani“.

Peter Fill:Ho sciato bene, ho fatto un piccolo errore in mezzo ma ci sta quando si vuole attaccare al massimo. Sono discpiaciuto perché ho fatto una scelta sgaliata dei numeri. Non abbiamo sbagliato altro. Ci vuole anche un po’ di fortuna e certamente oggi noi di fortuna non ne abbiamo avuta“.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment