Gare

Pellegrino: “Tutti al bar di Nus, offro io!”

L’ospite d’onore a Casa Italia nel primo pomeriggio coreano è Federico Pellegrino, che arriva con il viso bello riposato nonostante le poche ore di sonno e la sgambata defaticante della mattina. Dopo il fantastico monologo alla conferenza stampa del dopo gara (il collega Pasini di Tuttosport ha sbobinato 27 minuti, nulla da cestinare perché superfluo!), Chicco ha ancora voglia di raccontarsi e lo fa per un’altra mezz’ora (!) toccando temi importanti come il doping («confermo quello che ho sempre detto, non ci voglio pensare, perché se avessi sospetti non andrei nemmeno al via delle gare») contro cui l’antidoping «sta forse facendo finalmente il suo lavoro» e il futuro del fondo italiano: «Ci penso ogni tanto, sarebbe bello se arrivasse qualcuno a raccogliere la mia eredità, ma al momento penso soprattutto a me stesso e alla mia carriera, non è mio compito organizzare il futuro per gli altri, io cerco solo di dare un buon esempio motivando i giovani ad avvicinarsi al mio sport, ma anche le persone normali a provarlo, perché il fondo non è solo fatica. Noi ne facciamo tanta – anche se a me non pesa, sono un po’ masochista! – ma tranquilli, di salite tipo quella della sprint di ieri non ce ne sono negli anelli destinati ai turisti!». Fra gli aneddoti del dopo gara Chicco racconta di aver aperto un conto in un bar di Nus, «perché tutti i miei concittadini vadano a bere a mie spese e naturalmente alla mia salute» e anche di aver comprato dei fiori da regalare alla compagna Greta Laurent per San Valentino, «ma sono passati troppi giorni e sono appassiti, purtroppo. Le regalerò la medaglia!».

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment