Gare

Peter Fill pilota a Zandvoort

Dal 15 al 17 luglio, Peter Fill indosserà il cadco intergrale, ma non quello da velocista sugli sci, bensì da pilota: il vincitore dell’ultima Coppa di discesa vestorà infatti la tuta da pilota sul circuito olandese di Zandvoort, ad Amsterdam, per partecipare ad una gara del circuito Audi Sport TT Cup, grazie all’invito di Audi International.
Un invito di grande prestigio, che l’azzurro ha accolto con grande entusiasmo. “Non volevo assolutamente lasciarmi sfuggire quest’occasione – ha detto Peter -, gareggerò con il discesista francese Adrien Theaux e con due giornalisti internazionali, in un team che Audi ci ha offerto. Saremo in pista a bordo delle Audi TTS, in un clima che richiamerà molto quello delle Formula 1. La macchina è di serie, ma ha gomme slick, il volante è pieno di comandi, sei seduto da solo e, ai box, c’è lo staff dei meccanici a disposizione. Veramente fantastico! Si gareggia contro autentici professionisti del settore e ognuno di noi ha tuta e casco personalizzati“.

Lo scorso anno parteciparono alla gara Marcel Hirscher, Aksel Lund Svindal e Felix Neureuther, e quest’anno è la volta dell’azzurro vincitore della Coppa del mondo di discesa.

L’avvicinamento all’appuntamento di Zandvoort è già cominciato. “Abbiamo fatto un primo test a Neuburg, dove c’è il circuito Audi, – racconta Fill – provando le R8 e le TTS. Abbiamo fatto lezioni teoriche, imparato il significato delle bandiere, il comportamento da tenere in pista. Poi abbiamo fatto 15 giri sulle auto per prendere confidenza. La prossima volta che girerò in pista con una TTS sarà durante le libere a Zandvoort, il prossimo 15 luglio“.

Il programma della competizione prevede: prove libere e qualifiche il venerdì, e poi due giorni di gare, il sabato e la domenica. Le gare durano 30 minuti l’una, prendono parte alla competizione 20 auto da 310 cavalli, tra cui quella di Peter. “Sarà molto importante scaldare subito al meglio le slick, perché altrimenti la macchina risulterà ingestibile. Non mi aspetto certo di vincere, ma voglio divertirmi e una sana sfida con Theaux penso che possa anche starci. All’insegna della massima correttezza e senza fare danni“.

Appuntamento per tutti gli appassionati e i tifosi di Peter dal 15 al 17 luglio, dunque, con la possibilità di vedere le gare in streaming grazie al servizio fornito da Audi sul sito www.audi-motorsport.com

news da fisi.org

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment