Gare

Pinocchio Internazionale: Michele Vivalda vince lo slalom Ragazzi, bronzo per D’Antonio

Pinocchio Internazionale: Michele Vivalda vince lo slalom Ragazzi, bronzo per D’Antonio.
Anche nella Categoria Ragazzi l’Italia esce col sorriso dalla prova di slalom al Pinocchio internazionale. Giornata che Michele Vivalda, atleta dell’ìEquipe Limone, si ricorderà a lungo, perché ha letteralmente dominato entrambe le manche.

Un bellissimo modo per onorare i vent’anni dello sci club diretto da Roberto Saracco.

Nulla è cambiato rispetto alla prima manche quando Michele aveva chiuso davanti ai due tedeschi Pius Burger di 24/100 e a Michael Burger di 7 decimi. In realtà un cambiamento c’è stato: è più che raddoppiato il vantaggio del limonese: +63/100 su Pius e +1″07 su Michael!
Grande soddisfazione anche per l’allenatore responsabile dei Children Nicolò Cerbo, ex Azzurro che si trova tra le mani un ragazzino già ben strutturato fisicamente e totalmente votato allo sci.

Non è riuscito nell’ultima impresa di raggiungere la medaglia Gian Paolo Cazzaniga (Val Chisone), quarto a metà gara, comunque sempre bravissimo a mantenere la posizione nei confronti di Sebastiano Cirrincione dello Sci Club Euro, che col quarto tempo di manche ha recuperato una posizione finendo quinto.

Battuti nei maschi, i tedeschi si sono ampiamente rifatti nella gara femminile con la vittoria di Franka Nadine Sahli, che ha fatto proprio un’altra gara con il miglior tempo sia nella prima che nella seconda. L’argento alla slovena Taja Presern staccata di +2″21. Poi la nostra Giada D’Antonio del Vesuvio che si è dannata l’anima per cercare quantomeno di arrivare all’argento, ma il tentativo si è fermato a soli 3 centesimi.

Dietro di lei le altre due Azzurrine in gara, Anna Trocker (Seiser Alm) e Beatrice Mazzoleni del Mondolé Prato Nevoso

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment