Gare

Ravetto: felice di tornare

 da fisi.org – Claudio Ravetto torna nei ranghi della Nazionale italiana e ci torna in qualità di direttore agonistico della squadra maschile. La proposta del Commissario straordinario della Fisi, Franco Carraro è stata immediatamente accettata dal tecnico di Strona, 51 anni, che da oggi torna al lavoro e si prepara a riprendere contatto con la neve e con gli atleti.

"Quest’anno la stagione di Coppa del mondo maschile e quella femminile seguono due calendari ben distinti – ha detto Carraro durante la conferenza stampa di presentazione del tecnico piemontese – e Claudio Ravetto ha lavorato in sinergia con gli allenatori della squadra maschile. Ho ritenuto quindi che quello fosse il ruolo naturale per lui e ne ho avuto la conferma dalla sua immediata accettazione. Il ruolo di coordinamento fra l’attività della squadra maschile e quello della squadra femminile lo assumo io in veste di Commissario. Ho proposto a Ravetto un contratto della durata di un anno, nei limiti cioè del periodo del mio incarico presso la Fisi".

Ravetto tornerà a lavorare con Gianluca Rulfi in qualità di responsabile tecnico dei velocisti, Max Carca responsabile del gruppo polivalenti e Jacques Theolier responsabile degli slalomgigantisti.

"Sono felice di tornare a lavorare con la Fisi e con la Nazionale maschile – ha detto Claudio Ravetto -. Ho accettato di buon grado la proposta che mi ha fatto il dottor Carraro e ora riprenderò il contatto con le squadre e con i tecnici. Credo che partirò per l’Argentina perché è un periodo importantissimo della preparazione estiva. Sono sicuro che la squadra maschile sia composta da grandi atleti e che tutti abbiano margini per una crescita ulteriore. L’impegno dovrà essere quello di salire il più possibile sui podi della Coppa del mondo, con un occhio già ai Mondiali del prossimo anno e all’Olimpiade di Sochi 2014".

In mattinata si era tenuta la Consulta depresidenti di Comitato regionale e i rappresentanti dei gruppi sportivi militari. L’organismo consultivo ha posto al Commissario straordinario una serie di questioni relative al funzionamento della base: dall’esigenza dei contributi, ai costi del personale, alle sponsorizzazioni, alla tessera e molto altro. Carraro ha stabilito un rapporto costruttivo con i delegati regionali che saranno convocati una volta al mese per proseguire nell’agenda dei lavori.

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment