Gare

Riconfermata la Coppa del Mondo di snowboard e freestyle a Milano

“Miracolo a Milano”, ricordate? Era il titolo principale della cover di Sciare del 15 novembre scorso. Quale miracolo? La Coppa del Mondo di freestyle e snowboard sotto le luci dell’Albero della Vita dell’Expo! Un evento che i milanesi hanno scoperto un po’ all’ultimo momento, quindi passato un po’ in sordina, ma le 25 mila persone che hanno potuto assistere live all’evento hanno ancora gli occhi luccicanti per quel magnifico show. Noi eravamo là, in mezzo al pubblico. Un pubblico certamente diverso da quello che abitualmente segue queste competizioni sulla neve. Un entusiasmo incredibile da chi forse per la prima volta ha assistito a un eventi del genere. Una partecipazione totale e coinvolgente per una tappa di Coppa del Mondo che la  Fis, per stessa ammissione di Roby Moresi (responsabile Freestyle) ha definito come la migliore dell’anno: “Lo è stata per me, ma anche per gli atleti. Ci sono state condizioni climatiche perfette, così come la scenografia. Il comitato organizzatore si sta impegnando ora per una seconda edizione che si prospetta ancora migliore“. Ebbene sì, la macchina organizzativa per il “bis” è naturalmente già partita per cui  Il trampolino e la neve di “Big Air and the City” risplenderanno ancora sotto le luci dell’Albero della Vita, al Parco EXPerience. Novità assoluta: due weekend dedicati alla Coppa del Mondo FIS di Freestyle: Snowboard il 10-11-12 Novembre, Freestyle Ski il 17-18-19 Novembre.

Big Air Milano. Snowboard World Cup Nicola.
Milano 12 nov. . 2016 (Marco Trovati Pentaphoto- Mateimage)

Il tutto si svolgerà grazie alla presenza di una struttura davvero impressionante: una rampa alta 130 metri e larga più di 40, il più grande mai realizzato in Italia.

Il doppio week end è stato richiesto dagli stessi organizzatori di Big Air Competition, in collaborazione con Arexpo e Regione Lombardia, in particolare da Franco Vismara e da Antonio Noris, per prospettare ai milanesi non solo uno show, ma una sorta di Snow Village permanente dall’11 al 19 novembre. Sta infatti prendendo corpo un programma di attività extra competizione, per avvicinare il publico agli sport della neve. E’ presto per descrivere un programma dettagliato ma già ai primi di settembre potremo avere un quadro abbastanza delineato. Una situazione che dovrebbe vedere il coinvolgimento anche delle aziende tecniche dello sci (Pool Sci Italia), protagoniste di un villaggio collocato nei pressi diu Palazzo Italia, proprio a fianco della rampa.

“Big Air and the City”, avrà dunque inizio il 10-11-12 Novembre con il Big Air Snowboard, quindi si replica il 17-18-19 Novembre con il Freestyle Ski, con programmi speculari: si comincia il venerdì con le prove di qualificazione e il concerto serale a fare da prologo alla prova clou del giorno dopo. Sarà di sabato, infatti, che i più forti atleti al mondo delle rispettive categorie si affronteranno a colpi di evoluzioni, davanti al pubblico diviso fra eccitazione e stupore. E la domenica? La neve sarà ancora protagonista con tante attività che coinvolgeranno giovani e meno giovani, sportivi e famiglie, a tutti i livelli. Unico comune denominatore: il desiderio di provare, di osare e di divertirsi.

“Big Air & the City” sarà la seconda prova della Coppa del Mondo FIS di specialità, e ancora una volta vedrà a confronto i più grandi protagonisti a livello mondiale. L’anno scorso, nello snowboard, il belga Seppe Smits – poi vincitore della Coppa Assoluta – dovette inchinarsi al norvegese Marcus Kleveland, mentre la prova femminile fu appannaggio di Anna Gasser, l’austriaca dominatrice della stagione di Coppa. Nel Freestyle Ski, Kai Mahler ebbe la meglio per un soffio su Oystein Braaten, mentre in campo femminile fu netto il successo di Lisa Zimmermann, con l’italiana Silvia Bertagna ai piedi del podio.

Insomma, per due weekend a Novembre, Milano scambierà la passerella per un trampolino, per lasciare spazio a modelli di stile molto diversi dal classico pret-a-porter. Ma l’effetto sarà lo stesso: lasciare a bocca aperta. D’altra parte, lo dice la storia: l’abbinata #SnowAndTheCity non tradisce mai.

Tags

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment