Gare

Sarà Petra Vlhova ad aprire il gigante femminile

Sara Petra Vlhova ad aprire il gigante femminile.
Domani, la prima gara dello sci alpino alle Olimpiadi di Pechino sarà, contrariamente al programma originario, lo slalom gigante femminile. Prima manche alle 02:30, le nove e mezza locali Poi entrerà sulla scena la discesa libera maschile che oggi non ha potuto avere luogo sempre per il solito motivo, il vento!

La giuria, dopo tre posticipi si è arresa spostando il programma di gara a domani per le ore 05.00 (le 13 locali). Popi la linea ripasserà alle donne per la seconda manche che è fissata per le 06:30.

Come spesso capita in Coppa del Mondo Petra Vlhova sarà la prima a uscire dal cancelletto. Il sorteggio ha premiato la fuoriclasse slovacca e a seguire l’elvetica Michelle Gisin. Poi la prima Azzurra, Federica Brignone, pettorale numero 3, cui seguirà Tessa Worley e Marta Bassino che quindi indosserà il 5. Poi Sara Hector e Mikaela Shiffrin a completare le top 7.

Bisognerà attendere il numero 17 per vedere entrare in scena Elena Curtoni, unica occasione in cui riuscirà a scrollarsi di dosso la sentinella che vive davanti alla porta della sua camera per controllare con non si avvicini a nessuno. Com’è noto, la valtellinese deve seguire un programma di controllo poiché era stato scoperto che è stata in contatto con un viaggiatore risultato positivo.

Le condizioni della pista sono perfette e la gara rimarrà ben aperta perché difficilmente il terreno si segnerà. Le atlete iscritte sono 82, ma rispetto alla Coppa, si può tranquillamente pronosticare che potranno comportarsi bene le atlete non oltre il 40 di pettorale, con Zrinka Ljutic 37.

Si procederà con una nuova estrazione di pettorali anche per la discesa maschile, ma per svelare i numeri bisognerà attendere le 18:30.

L’ORDINE DI PARTENZA DEL GIGANTE

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment