Gare

Sci alpinismo: Antoniol campione italiano

Un super Robert Antoniol ha vinto, anzi ha dominato in lungo ed in largo, i campionati italiani individuali di sci alpinismo che si sono svolti oggi al passo del Tonale. Il valtellinese dello sci club Alta Valtellina, ed oggi colonna del Centro Sportivo dell’Esercito, ha messo alle sue spalle i compagni di club Matteo Eydallin e Damiano Lenzi.

alpinismo2La gara odierna, valida anche per l’assegnazione del Trofeo Mario Merelli C’è, ha visto la partecipazione di 280 atleti che si sono affrontati lungo un percorso dall’alta valenza tecnica che ha permesso agli atleti di esprimersi al meglio.

Per quanto riguarda i colori del Comitato FISI Alpi Centrali, oltre allo scudetto conquistato da Antoniol, da segnalare anche l’ottimo secondo posto nella speciale classifica giovani, che non correvano per l’assegnazione del titolo nazionale, di Andrea Prandi. Ed ancora il settimo posto assoluto per William Borselli. Il lombardo di Roncobello e che difende i colori dell’omonimo sci club con la performance odierna ha staccato il biglietto per la prossima tappa del circuito di Coppa del Mondo che si svolgerà ad Andorra.

alpinismo-4

Ora gli occhi sono tutti puntati sull’appuntamento di domenica prossima, dove a Pizzo Scalino sulle alture di Caspoggio saranno assegnati i titoli tricolori per le categorie: Junior, Espoir, e Cadetti.

alpinismo3

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment