Gare

SG Val d’Isère, Goggia non si batte e Curtoni è terza!

SG Val d’Isère, Goggia non si batte e Curtoni è terza!
SG Val d’Isère, Azzurre da impazzire: Sofia Goggia ne vince un’altra e se non fosse stato per l’exploit di Ragnhild Mowinkel il podio sarebbe stato tutto Azzurro. Perché Elena Curtoni è terza e Federica Brignone, quarta a un solo centesimo dalla valtellinese.

La differenza Sofia l’ha fatta, manco a dirlo, nel tratto finale dove ha potuto sfruttare quell’inimitabile capacità di fare velocità che nessun’altra al mondo può minimamente avvicinare.

Brignone, come al solito, nel tratto più tecnico si è rivelata la migliore, ma nelle gare veloci questo non basta, perché su una pista dove la scorrevolezza conta tantissimo, difficilmente riesce a stare al passo delle velociste pure.

Così la norvegese Mowinckel, che aveva già dato ampi segnali di crescita, non ha sbagliato nulla e si è accodata a Sofia con 33 centesimi di ritardo.

Poi Elena che continua a sciare con una potenza incredibile senza sbagliare. 52 i centesimi dalla compagna di squadra. Proprio negli ultimi metri ha saputo recuperare 1 decimo a Federica, aggiungendo un centesimo, quello che è bastato per far festa.
La differenza tra le due proprio in fondo: in quel tratto Federica è passata con una velocità di 82.71/kmh, contro i 92.74 di Elena. Se Sofia dirà di non aver mai sciato così bene in superG e di vivere il momento più bello della carriera, Elena non può discostarsi molto da queste parole. È nel pieno della sua maturità agonistica che si sà, nelle gare veloci non arriva quando sei troppo giovane.

Mikaela Shiffrin ci ha provato, ma ha dovuto arrendersi anche alla forza delle velociste, che non sbagliano mai niente. Col quinto posto riesce comunque a rimanere poco distante da Sofia che nella generale ora ha 65 punti di vantaggio sull’americana, con pettorale rosso sia in discesa che in gigante. Nella classifica di superG i primi tre posti sono tutti nostri: Goggia 300, Brignone 227, Curtoni 216.

Per le statistiche Sofia raggiunge con 16 vittorie Deborah Compagnoni e ora vede nel mirino le 17 di Brignone.

Marta Bassino ha concluso al 14esimo posto senza particolari errori, ma anche lei su questa pista non poteva chiedere tanto di più. Troppe imperfezioni, invece per Francesca Marsaglia (29°) che non ha bene interpretato anche i tratti a lei favorevoli.

Non è stata dentro invece Nicol Delago. È andata finalmente a punti Roberta Melesi, 25esima a +1″89. Fori dalle 30 Karoline Pichler e Nadia Delago.

Nella top ten troviamo  Corinne Suter sesta a 8 decimi e alle sue spalle Tippler, Huetter e  Johnson, con Siebenhofer 12esima alle spalle della coppia francese Miradoli e Cerutti. non si batte Goggia non si batte

LA CLASSIFICA

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.