Gare

Si avvicina l’Alpe Cimbra Fis Children Cup

Si avvicina l’Alpe Cimbra Fis Children Cup. Tra 12 giorni il via all’ex Trofeo Topolino, che da quest’anno si disputerà sempre nel mese di gennaio. E più precisamente da lunedì 25 a sabato 30 del primo mese dell’anno.

Per il più importante evento giovanile di sci alpino al mondo si tratta di un appuntamento che segna il raggiungimento di molti “rotondi” traguardi. Basti pensare che sarà la 60ª edizione assoluta.

Ma pure la 50ª volta con riconoscimento Fis, con la denominazione Criterium Internazionale Giovani. Nonché la 11ª consecutiva sulle piste di Fondo Grande di Folgaria.

Molteplici dunque i motivi per festeggiare una delle manifestazioni trentine con più storia alle spalle. Anche se i protocolli sanitari costringono inevitabilmente gli organizzatori coordinati da Fabrizio Gennari a ridurre quasi completamente gli eventi collaterali. Dalle sfilate ai momenti di confronto fra le varie nazioni presenti.

E proprio a seguito delle indicazioni dei vari Dpcm è stato deciso di variare il campo gara per la specialità dello slalom gigante e team event che sarà sulla pista Salizzona. Evitando così assembramenti nel parterre.

La pista Agonistica sarà invece teatro delle competizioni di slalom speciale.

Un evento, che proprio per la sua forte rappresentanza internazionale, in questo momento difficile per la pandemia in tutti gli stati del mondo, ha già avuto dei riscontri positivi.

Basti pensare che a meno di un mese dallo svolgimento hanno confermato la loro presenza ben 19 nazioni. E in particolar modo il team Austria, che da sempre è la sfidante principale dell’Italia per la vittoria finale nella classifica a squadre.

Certa infatti la presenza anche delle squadre estere di Albania, Argentina, Austria, Belgio, Bosnia Herzegovina, Bulgaria, Repubblica Ceca, Gran Bretagna, Ungheria, Irlanda, Liechtenstein, Lituania, Olanda, Polonia, Slovenia, Serbia, Svizzera e Taipei Cinese.

E, confidando nel miglioramento della situazione sanitaria nelle prossime settimane, c’è da attendersi un incremento di presenze.

Fatto che conferma l’appeal e il richiamo irresistibile che l’ALPECIMBRA FIS Children Cup si è costruita in 60 anni di storia, nei quali sono passati i più grandi campioni di sempre.

Non è un caso se i vincitori della Coppa del Mondo assoluta di sci alpino 2020 hanno alle spalle trascorsi da protagonisti proprio nell’allora Trofeo Topolino, al quale presero parte nel febbraio 2005.

Il norvegese Aleksander Aamodt Kilde in Trentino vinse l’oro nel gigante della categoria ragazzi, mentre Federica Brignone uscì in entrambe le gare internazionali, ma fu quarta nel gigante delle Selezioni Nazionali.

Il programma è identico a quello delle passate edizioni.

Si inizierà lunedì 25 e martedì 26 con la 51ª edizione delle Selezioni della Squadra Nazionale, che metteranno in palio il Trofeo Cassa Rurale Vallagarina.

Quindi nel pomeriggio di mercoledì 27 sarà dato spazio all’entusiasmante team event, giovedì un’essenziale cerimonia inaugurale in vista delle due giornate di competizioni internazionali di venerdì 29 e sabato 30 gennaio.

Nei primi giorni del 2021 la Fisi nazionale renderà noti i nomi delle competizioni che in ogni Comitato Regionale Fisi d’Italia avranno validità come prova di qualificazione in vista dell’ALPECIMBRA Fis Children Cup.

I tracciati di Fondo Grande metteranno sicuramente in mostra i campioni del futuro, protagonisti della Coppa del Mondo fra qualche stagione.

È successo in tante edizioni e accadrà sicuramente anche quest’anno grazie al team di organizzatori che include la società TTS, la Polisportiva Alpe Cimbra, l’Apt Alpe Cimbra e Folgaria Ski.

Nel programma della manifestazione non mancherà poi il Premio di Pittura, che si svolgerà sabato 6 febbraio in piazza Fiera a Trento.

By Pegasomedia Si avvicina l’Alpe Cimbra Si avvicina l’Alpe Cimbra Si avvicina l’Alpe Cimbra

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.