Gare

SL Adelboden 1M: ancora Khoroshilov

Alexander Khoroshilov sul muro dello slalom di Adelboden
Alexander Khoroshilov sul muro dello slalom di Adelboden

Ancora quei tre: Alexander Khoroshilov, Marcel Hirscher e Henrik Kristoffersen. Attualmente hanno proprio un passo in più di tutti gli altri.

Marcel Hirscher, secondo nella prima manche delo slalom di Adelboden
Marcel Hirscher, secondo nella prima manche delo slalom di Adelboden

Alexander, partito col numero uno, ha dato ancora una volta dimostrazione di una grande classe. E’ forse lo slalomista più pulito e preciso, rasenta la precisione assoluta. Una tecnica che ha pagato molto bene, perché Marcel Hirscher, che è riuscito a portarsi in avanti come quasi mai fa, sul ripidone conclusivo, gli è alle spalle con 24/100 di ritardo. Un pelo più dietro, a +32/100, l’astro norvegese Kristoffersen, un vero equilibrista su questa pista molto mossa, ricca di dossi. Peccato che tra quei mostri non sia riuscito a infilarsi nella lotta Felix Neureuther, che ancora non riesce ad avere quel piglio frizzante in più che spesso lo ha proiettato sul podio fino allo scorso anno. Peccato anche che i nostri slalomisti abbiano sbagliato anche oggi. C’è da dire che nelle condizioni in cui si è gareggiato in questa prima manche, forte nevicata e nebbia, l’errore è andato ancor di più incontro a

Stefano Gros nella prima manche dello salom di Adelboden, conclusa al settimo posto
Stefano Gros nella prima manche dello salom di Adelboden, conclusa all’ottavo posto

chi è già abituato a commetterli anche col sole. Stefano Gros paga 1″14 per

L'errore di Giuliano Razzoli commesso sul muro finale
L’errore di Giuliano Razzoli commesso sul muro finale

disattenzioni avvenute sul muro finale, come Giuliano Razzoli, solo che il nostro ragazzone emiliano, ha arretrato in maniera quasi irrimediabile: traguardo superato ma con un ritardo di 2″13 da Khoroshilov. Bravo invece il tedesco Fritz Dopfer che pian piano sta tornando quello dello scorso anno. E’ quarto il luogotenente di Felix, anche se sarà dura attaccare il podio per via di un ritardo di 81/100 dal russo e 49/100 da Kristoffersen.
Pochi gli ingressi nelle posizioni che contano, tra le seconde file, anche perché, la pista ha iniziato a bucarsi subito. Alexis Pintrault si è piazzaot al quinto posto a +97/100, appena davanti a Neureuther, mentre il compagno di kristoffersen, Sebastian Foss-Solevaag si trova settimo, davanti a Gross, a 1″10.
Elevati i ritardi dalle posizioni di vertice. Nessuno dei numeri alto è riuscito a entrare, ma non era fisicamente possibile. La pista ha tenuto più di quanto si credesse, ma in condizioni normali la storia sarebbe stata migliore per i numeri alti. Questa situazione  ha permesso a Razzoli di rimanere nei trenta e prendere parte ala seconda. Gli unici a superare loro stessi sono stati i tre giovani austriaci: Manuel Feller 13esimo a +1″88, Marco Schwarz, il giovane eroe di Madonna di Campiglio (terzo),  14esimo a 1″90 e tutto sommato anche  Marc Digruber che deve recuperare 2″05.

Gli altri Azzurri
Riccardo Tonetti si è superato: partito col 32, è riuscito a ottenere il 15esimo miglior tempo. Forse la sua migliore performance quest’anno in slalom. Manfred Moelgg è andato come una spia fino al muro che si affaccia al traguardo, dove è andato in palla: spesso in rotazione, code che scappaano e… 1″75 di ritardo. Nessun messaggio positivo da Patrick Thaler che proprio oggi non si è trovato. Ha voluto a tutti i costi rimanere dentro il tracciato – e ci mancherebbe – ma quando si scia con questa unico obiettivo, è facile tagliare il traguardo con oltre 2 secondi di ritardo. Andrea Ballerin è uscito, mentre Christian Deville ha concluso con un ritardo di 4″80; infine Roberto Nani, che aveva chiuso la prima manche di Santa Caterina al 31esimo posto, mancando quindi pe run soffio la qualificazione, qui non ha avuto la possibilità di ripetersi concludendo a +4″85

Ranking

RANK BIB NAME NAT TIME DIFF
1 1 KHOROSHILOV Alexander

RUS

55.21
2 3 HIRSCHER Marcel

AUT

55.45 +0.24
3 6 KRISTOFFERSEN Henrik

NOR

55.53 +0.32
4 2 DOPFER Fritz

GER

56.02 +0.81
5 8 PINTURAULT Alexis

FRA

56.18 +0.97
6 4 NEUREUTHER Felix

GER

56.24 +1.03
7 15 FOSS-SOLEVAAG Sebastian

NOR

56.31 +1.10
8 7 GROSS Stefano

ITA

56.35 +1.14
9 5 HARGIN Mattias

DQP

SWE

56.50 +1.29
10 16 MUFFAT-JEANDET Victor

FRA

56.79 +1.58
11 18 CHODOUNSKY David

USA

56.91 +1.70
12 19 MOELGG Manfred

ITA

56.96 +1.75
13 11 YULE Daniel

SUI

56.99 +1.78
14 30 FELLER Manuel

AUT

57.09 +1.88
15 27 SCHWARZ Marco

AUT

57.11 +1.90
16 32 TONETTI Riccardo

ITA

57.21 +2.00
16 24 LAHDENPERAE Anton

SWE

57.21 +2.00
18 22 STRASSER Linus

GER

57.22 +2.01
19 28 DIGRUBER Marc

AUT

57.26 +2.05
20 20 BAECK Axel

SWE

57.30 +2.09
21 9 RAZZOLI Giuliano

ITA

57.34 +2.13
22 38 ZENHAEUSERN Ramon

SUI

57.47 +2.26
23 13 LARSSON Markus

SWE

57.49 +2.28
24 21 BYGGMARK Jens

SWE

57.50 +2.29
24 12 LIZEROUX Julien

FRA

57.50 +2.29
26 41 STEHLE Dominik

GER

57.54 +2.33
27 25 RYDING Dave

GBR

57.65 +2.44
28 26 AERNI Luca

SUI

57.66 +2.45
28 17 THALER Patrick

ITA

57.66 +2.45
30 35 PHILP Trevor

CAN

57.68 +2.47
31 36 ANKENY Michael

USA

57.75 +2.54
32 40 BUFFET Robin

FRA

57.85 +2.64
33 39 NIEDERBERGER Bernhard

SUI

58.05 +2.84
34 50 HOERL Wolfgang

AUT

58.07 +2.86
35 34 YUASA Naoki

JPN

58.10 +2.89
36 53 KRYZL Krystof

CZE

58.34 +3.13
37 37 SKUBE Matic

SLO

58.36 +3.15
38 44 MATT Michael

AUT

58.41 +3.20
39 61 HIRSCHBUEHL Christian

AUT

58.53 +3.32
40 62 TRIKHICHEV Pavel

RUS

58.76 +3.55
41 64 THEOLIER Steven

FRA

58.91 +3.70
42 55 SCHMIDIGER Reto

SUI

58.98 +3.77
43 29 ZAMPA Adam

SVK

59.13 +3.92
44 42 KELLEY Tim

USA

59.22 +4.01
45 58 SAMSAL Dalibor

HUN

59.62 +4.41
46 51 ISHII Tomoya

JPN

59.76 +4.55
47 46 NORDBOTTEN Jonathan

NOR

59.77 +4.56
48 56 DEVILLE Cristian

ITA

1:00.01 +4.80
49 60 NARITA Hideyuki

JPN

1:00.78 +5.57
50 49 KELLEY Robby

USA

1:04.91 +9.70
48 LYSDAHL Espen

NOR

DNS
63 ROCHAT Marc

SUI

DNF
59 ZVEJNIEKS Kristaps

LAT

DNF
57 KUERNER Miha

SLO

DNF
54 BALLERIN Andrea

ITA

DNF
52 PLACE Francois

FRA

DNF
47 KOSTELIC Ivica

CRO

DNF
45 RASANEN Joonas

FIN

DNF
43 HAUGEN Leif Kristian

NOR

DNF
33 GINI Marc

SUI

DNF
31 LIGETY Ted

USA

DNF
23 HERBST Reinfried

AUT

DNF
14 GRANGE Jean-Baptiste

FRA

DNF
10 MYHRER Andre

SWE

DNF

 

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment