Gare

SL Are 1 manche: Vlhova, nuovo fenomeno?

Mikaela Shiffrin è tornata a casa per capire come rimediare al collaterale destro pizzicato nel riscaldamento del gigante di ieri e senza di lei, le specialiste si sono armate di coraggio per cogliere l’occasione e portare a casa una vittoria che la presenza dell’americana avrebbe probabilmente prenotato. Ma a rompere sogni di gloria, per il momento, ci ha pensato la giovane Petra Vhlova (prima ieri nello slalom di Coppa Europa corso a Trysil) che con il 19 ha tolto il sorriso a Nina Loeseth (+28/100). La norvegese ormai pensava di dover difendere la leadership nella seconda manche, dagli attacchi di una ritrovata Mikaela Kirchgasser (+57/100), di Sarka Strachova (+61/100) e di Frida Hansdotter (+62/100), ma poi Petra ha compiuto una super prova, fatta di dinamicità, linee dritte e reattività tipica dei talenti ancora in erba. Un po’ deludente Veronika Velez-Zuzulova a 88/100 decimi, dietro anche alla Holdener e appena davanti ala Pietilae-Holmner (+96/100). Niente di nuovo in Casa Italia: Manuela Moelgg è 14esima a 1″73, Irene Curtoni 18esima a +2″12 e Chiara Costazza 21esima a +2″56. La nota negativa è che il ritardo non è frutto di errori particolarmente gravi, ma quello che non va è l’atteggiamento tecnico, poco adeguato agli slalom di oggi, ma forse neanche a quelli di ieri! C’è ancora molto da fare, ma i nostri allenatori sono tra i migliori al mondo e hanno solo bisogno di tempo per mettere a frutto quella che possiamo definire una ricostruzione

Ranking

RANK BIB NAME NAT TIME DIFF
1 19 VLHOVA Petra

SVK

51.70
2 7 LOESETH Nina

NOR

51.98 +0.28
3 11 KIRCHGASSER Michaela

AUT

52.27 +0.57
4 4 STRACHOVA Sarka

CZE

52.31 +0.61
5 3 HANSDOTTER Frida

SWE

52.32 +0.62
6 6 HOLDENER Wendy

SUI

52.54 +0.84
7 5 VELEZ ZUZULOVA Veronika

SVK

52.58 +0.88
8 1 PIETILAE-HOLMNER Maria

SWE

52.66 +0.96
9 20 WIKSTROEM Emelie

SWE

52.75 +1.05
10 13 THALMANN Carmen

AUT

52.94 +1.24
11 12 GISIN Michelle

SUI

53.01 +1.31
12 9 NOENS Nastasia

FRA

53.27 +1.57
13 18 STIEGLER Resi

USA

53.35 +1.65
14 24 MOELGG Manuela

ITA

53.43 +1.73
15 17 DUERR Lena

GER

53.52 +1.82
16 28 EKLUND Nathalie

SWE

53.67 +1.97
17 26 BARTHET Anne-Sophie

FRA

53.71 +2.01
18 25 CURTONI Irene

ITA

53.82 +2.12
19 16 MOUGEL Laurie

FRA

53.87 +2.17
20 27 FEIERABEND Denise

SUI

54.13 +2.43
21 15 COSTAZZA Chiara

ITA

54.26 +2.56
22 21 BAUD MUGNIER Adeline

FRA

54.36 +2.66
23 22 CHABLE Charlotte

SUI

54.45 +2.75
24 10 SCHILD Bernadette

AUT

1:00.55 +8.85
30 WIRTH Barbara

GER

DNF
29 WIESLER Maren

GER

DNF
23 SAEFVENBERG Charlotta

SWE

DNF
14 GAGNON Marie-Michele

CAN

DNF
8 SWENN-LARSSON Anna

SWE

DNF
2 MIELZYNSKI Erin

CAN

DNF

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment