Gare

SL Campiglio: Kristoffersen impressionante!

Henrik Kristoffersen nella psizione di leader della prima manche dello slalom speciale di Madonna di Campiglio
Henrik Kristoffersen nella psizione di leader della prima manche dello slalom speciale di Madonna di Campiglio

Vedere Marcel Hirscher allargare le braccia dalla posizione di Leader provvisoria ha un campiglio_hirschersignificato inequivocabile: impossibile stare meglio di quel ragazzino! Henrik Kristoffersen ha disegnato, probabilmente, la miglior manche della sua appena nata carriera. Il che vale 1 secondo e 03 di vantaggio su Marcel Hirscher, che ha affrontato la prima manche come al solito, a tutta, da fenomeno. Il che aumenta ancor di più il valore della prova di Henrik.

Stefano Gros nella prima manche dello slalom di Madonna di Campiglio
Stefano Gros nella prima manche dello slalom di Madonna di Campiglio

Alle spalle di Marcel, la coppia azzurra Stefano Gros (+1″23) e Giuliano Razzoli (+1″33), bravi entrambi con una piccola pecca a testa. Pericolosissima quella del Razzo che ha tagliato

Giuliano Razzoli nella prima manche dello slalom di Madonna di Campiglio
Giuliano Razzoli nella prima manche dello slalom di Madonna di Campiglio

troppo una porta poco prima del tratto finale e per star dentro al passaggio successivo è riuscito a dalleggerirsi, come se qualcuno lo tirasse su, verso il cielo, e a passare indenne quel momentaccio che avrebbe buttato fuori il 90 per cento degli slalomisti.
Dopo le prime discese, la pista ha man mano inziato a spaccarsi costringendo gli slalomisti a passare distanti dal palo. Chi ha provato a sfidare questo pericolo a momenti ci rimetteva un posto nella seconda manche, come Patrick Thaler, che è rimasto dentro per il rotto della cuffia, quando stava andando come un treno: 1″76 da recuperare, 2 centesimi peggio di Manfred Moelgg. C’è da dire che, Kristoffersen a parte, sono tutti molto vicini e questo renderà la seconda manche davvero emozionante. Non diamo per scontata la vittoria di kristoffersen, perché siamo nello slalom, gara thriller e può sempre accadere di tutto. E poi, anche se fosse ridicolo pensare che non ce la possa fare, è un tale spettacolo vederlo sciare che vale davvero la pena osservare la sua discesa, disposti anche a nascondere il cronometro!
per la cornaca, il russo Khoroshilov si trova in quinta posizione a +1″36, 4/100 davanti a Felix Neureuther. Il primo della forte squadra svedese è Andrè Mhyrer che è lì con il compagno Hargin, davanti al francese Victor Muffat-Jeandet, primo francese in nona posizione. Nessuno, tra le seconde e terze file è risucito a fare l’impresa. E’ stato fin troppo bravo Riccardo Tonetti a entrare nei venti col pettorale 32 a 2″26 da Kristoffersen. Peccato per Andrea Ballerin che aveva solo 2 decimi di ritardo al primo rilevamento, ma poi si è dovuto arrendere in un apssaggio che ha affrontato con un leggero arretramento. Christian Deville è rimasto dentro, ma partire col 58 è troppo faticoso per lui ed ha concluso a +3″73, fuori dai 30. Nessuna speranza anche per Tommaso Sala che con il 69
ha recuperato il traguardo con un gap di 4″71.
La pista si è scavata irrimediabilmente in un paio di passaggi ed entrare nei dieci è stato impossibile. Splendido il colpo d’occhio nel catino del canalone Miramonti strapieno di tifosi arrivati da ogni parte d’Italia.
La seconda manche alle 20.45. probabilmente si imporrà l’atleta che meglio di altri riuscirà a tirare più dritto sulle buche! Ce ne sono 17 in meno di un secondo, naturalmente, tolto Kristoffersen. Dunque… buona seconda manche!

Ranking

RANK BIB NAME NAT TIME DIFF
1 4 KRISTOFFERSEN Henrik

NOR

47.34
2 3 HIRSCHER Marcel

AUT

48.37 +1.03
3 5 GROSS Stefano

ITA

48.57 +1.23
4 10 RAZZOLI Giuliano

ITA

48.67 +1.33
5 6 KHOROSHILOV Alexander

RUS

48.70 +1.36
6 2 NEUREUTHER Felix

GER

48.74 +1.40
7 8 MYHRER Andre

SWE

48.81 +1.47
8 7 HARGIN Mattias

SWE

48.83 +1.49
9 11 MUFFAT-JEANDET Victor

FRA

48.87 +1.53
9 1 DOPFER Fritz

GER

48.87 +1.53
11 12 GRANGE Jean-Baptiste

FRA

48.94 +1.60
12 21 MOELGG Manfred

ITA

49.08 +1.74
13 17 THALER Patrick

ITA

49.10 +1.76
14 20 CHODOUNSKY David

USA

49.17 +1.83
15 9 LIZEROUX Julien

FRA

49.29 +1.95
16 18 BAECK Axel

SWE

49.43 +2.09
17 33 SCHWARZ Marco

AUT

49.45 +2.11
18 32 TONETTI Riccardo

ITA

49.60 +2.26
19 22 BYGGMARK Jens

SWE

49.62 +2.28
20 30 ZAMPA Adam

SVK

49.80 +2.46
21 23 HERBST Reinfried

AUT

49.89 +2.55
22 55 FELLER Manuel

AUT

49.93 +2.59
23 16 YULE Daniel

SUI

49.96 +2.62
23 14 PINTURAULT Alexis

FRA

49.96 +2.62
25 25 RYDING Dave

GBR

50.00 +2.66
26 28 AERNI Luca

SUI

50.13 +2.79
27 42 HAUGEN Leif Kristian

NOR

50.16 +2.82
28 48 BUFFET Robin

FRA

50.17 +2.83
28 40 DIGRUBER Marc

AUT

50.17 +2.83
30 24 LAHDENPERAE Anton

SWE

50.20 +2.86
31 19 STRASSER Linus

GER

50.21 +2.87
32 39 STEHLE Dominik

GER

50.27 +2.93
33 56 SCHMIDIGER Reto

SUI

50.29 +2.95
34 43 MATT Michael

AUT

50.31 +2.97
35 63 HIRSCHBUEHL Christian

AUT

50.40 +3.06
36 34 PHILP Trevor

CAN

50.50 +3.16
37 53 KRYZL Krystof

CZE

50.64 +3.30
38 49 HOERL Wolfgang

AUT

50.65 +3.31
39 37 NIEDERBERGER Bernhard

SUI

50.69 +3.35
40 52 GINI Marc

SUI

50.78 +3.44
41 26 KOSTELIC Ivica

CRO

50.85 +3.51
42 35 ANKENY Michael

USA

50.86 +3.52
43 45 LYSDAHL Espen

NOR

50.89 +3.55
44 44 RASANEN Joonas

FIN

50.93 +3.59
45 66 THEOLIER Steven

FRA

51.03 +3.69
46 58 DEVILLE Cristian

ITA

51.07 +3.73
47 57 ENGEL Mark

USA

51.32 +3.98
48 46 ROBERTS Hig

USA

51.34 +4.00
49 41 KELLEY Tim

USA

51.38 +4.04
49 31 LIGETY Ted

USA

51.38 +4.04
51 59 KUERNER Miha

SLO

51.63 +4.29
52 64 TRIKHICHEV Pavel

RUS

51.83 +4.49
53 69 SALA Tommaso

ITA

52.05 +4.71
54 65 JASICZEK Michal

POL

52.09 +4.75
55 67 GROSELJ Zan

SLO

52.18 +4.84
56 68 VIDOVIC Matej

CRO

52.77 +5.43
57 60 SAMSAL Dalibor

HUN

52.78 +5.44
72 MURISIER Justin

SUI

DNS
62 NARITA Hideyuki

JPN

DNF
61 ZVEJNIEKS Kristaps

LAT

DNF
54 BALLERIN Andrea

ITA

DNF
51 PLACE Francois

FRA

DNF
50 ISHII Tomoya

JPN

DNF
47 KELLEY Robby

USA

DNF
38 ZENHAEUSERN Ramon

SUI

DNF
36 SKUBE Matic

SLO

DNF
29 YUASA Naoki

JPN

DNF
27 NORDBOTTEN Jonathan

NOR

DNF
15 FOSS-SOLEVAAG Sebastian

NOR

DNF
13 LARSSON Markus

SWE

DNF

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment