Gare

SL Donne: Holdener resiste alla Regina

Numero uno non a caso! Mikaela Shiffrin chiude al primo posto la manche d’apertura dello slalom Mondiale di St. Moritz. Un tracciato privo di difficoltà tecniche elevate ma con porte disposte su un terreno molto duro. Su un disegno ritmico che ha permesso alle slalomiste di esprimere un’azione dinamica e spumeggiante, Miki ha chiuso col tempo di 47″50 senza commettere la minima sbavatura, soprattutto nella prima parte. Poi negli ultimi 10 passaggi forse non ha spinto proprio al massimo. A testimonianza di questo, il recupero effettuato proprio lì da Wendy Holdener, l’unica a tenere il passo dell’americana: +0,49 al primo intermedio, +0,38 al traguardo. Distante ma non tanto per essere ormai spacciata la slovacca Velez-Zuzulova che paga 59/100, 17 in meno della compagna di squadra (si fa per dire) Petra Vlhova, con la svedese Frida Hansdotter alle sue spalle per un 1/100. Solo altre due atlete sono riuscite a chiudere a meno di un secondo: la compagna di podio della combinata di Holdener, Michelle Gisin, sesta a + 0,86 , Michaela Kirchgasser, settima a +0,95 e la slovena Ana Bucik, bravissima a recuperare ben 5 centesimi a Shiffrin nella parte conclusiva. l’1″20 di Sarka Strakova sembra irrecuperabile.
A noi non è andata male, ma malissimo: fuori Chiara Costazza, fuori Irene Curtoni, fuori Manuela Moelgg. E’ rimasta dentro solo Federica Brignone, la nostra quarta slalomista, ma il suo ritardo è davvero alto: + 2″80

Ranking

RANK BIB NAME NAT TIME DIFF
1 1 SHIFFRIN Mikaela

USA

47.80
2 7 HOLDENER Wendy

SUI

48.18 +0.38
3 5 VELEZ ZUZULOVA Veronika

SVK

48.39 +0.59
4 4 VLHOVA Petra

SVK

48.56 +0.76
5 3 HANSDOTTER Frida

SWE

48.57 +0.77
6 11 GISIN Michelle

SUI

48.66 +0.86
7 10 KIRCHGASSER Michaela

AUT

48.75 +0.95
8 17 BUCIK Ana

SLO

48.76 +0.96
9 6 STRACHOVA Sarka

CZE

49.00 +1.20
10 16 DUERR Lena

GER

49.16 +1.36
11 14 STIEGLER Resi

USA

49.38 +1.58
12 9 SCHILD Bernadette

AUT

49.41 +1.61
13 8 GAGNON Marie-Michele

CAN

49.48 +1.68
14 19 WIKSTROEM Emelie

SWE

49.49 +1.69
15 18 SKJOELD Maren

NOR

49.60 +1.80
16 27 FEIERABEND Denise

SUI

49.61 +1.81
17 22 MIELZYNSKI Erin

CAN

49.74 +1.94
18 23 NOENS Nastasia

FRA

49.75 +1.95
19 13 TRUPPE Katharina

AUT

49.80 +2.00
20 38 WALLNER Marina

GER

49.81 +2.01
21 32 SWENN-LARSSON Anna

SWE

49.84 +2.04
22 28 BAUD MUGNIER Adeline

FRA

49.92 +2.12
23 15 PIETILAE-HOLMNER Maria

SWE

49.97 +2.17
24 40 HILZINGER Jessica

GER

50.43 +2.63
25 30 GALLHUBER Katharina

AUT

50.56 +2.76
26 31 BRIGNONE Federica

ITA

50.60 +2.80
27 39 TILLEY Alexandra

GBR

50.66 +2.86
28 25 BARTHET Anne-Sophie

FRA

50.70 +2.90
29 33 IGNJATOVIC Nevena

SRB

50.71 +2.91
30 34 NULLMEYER Ali

CAN

51.03 +3.23
31 35 TKACHENKO Ekaterina

RUS

51.08 +3.28
32 56 TOMMY Mikaela

CAN

51.33 +3.53
33 53 SHKANOVA Maria

BLR

51.35 +3.55
34 45 KOMSIC Andrea

CRO

51.36 +3.56
35 51 JELINKOVA Adriana

NED

51.38 +3.58
36 37 SOPPELA Merle

FIN

51.55 +3.75
37 2 LOESETH Nina

NOR

51.70 +3.90
38 49 CAPOVA Gabriela

CZE

51.71 +3.91
39 46 GUTIERREZ Mireia

AND

51.75 +3.95
40 41 DUBOVSKA Martina

CZE

51.82 +4.02
41 55 HONKANEN Riikka

FIN

52.06 +4.26
42 52 MCJAMES Megan

USA

52.11 +4.31
42 47 GASUNA Lelde

LAT

52.11 +4.31
42 36 ALOPINA Ksenia

RUS

52.11 +4.31
45 62 DECROIX Marjolein

BEL

52.20 +4.40
46 44 KIYOSAWA Emiko

JPN

52.23 +4.43
47 59 SIMARI BIRKNER Macarena

ARG

52.46 +4.66
48 54 BANCORA Salome

ARG

52.76 +4.96
49 29 FERK Marusa

SLO

53.21 +5.41
50 57 VANREUSEL Kim

BEL

53.75 +5.95
51 60 KIRKOVA Maria

BUL

53.85 +6.05
64 NELLES Mathilde

BEL

Started
63 BONDARE Liene

LAT

DNF
61 SCHLEPER Sarah

MEX

DNF
58 EINARSDOTTIR Freydis Halla

ISL

DNF
50 POPOVIC Leona

CRO

DNF
48 PAULATHOVA Katerina

CZE

DNF
43 MOUGEL Laurie

FRA

DNF
42 ANDO Asa

JPN

DNF
26 MOELGG Manuela

ITA

DNF
21 CURTONI Irene

ITA

DNF
20 GEIGER Christina

GER

DNF
12 COSTAZZA Chiara

ITA

DNF
24 MEILLARD Melanie

SUI

DSQ

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment