Gare

Sl Flachau: Shiffrin senza strafare

Difron te a un fiume di gente e a un mare di neve Mikaela Shiffrin nuota benissimo e si pone in testa dello slalom di Flachau al termione della prima manche. Alle sue spalle, con iun po’ di sorpresa, la svedese Anna Swenn Larsson con un ritardo risicato: +0,27. Appiccicata o quasi una febbricitante Petra Vlhova che non paga tantissimo, soltanto 31/100 da Shiffrin. Al quarto posto ci sarà Frida Hansdotter? No, è quinta a +0,64. Allora ci sarà Wendy Holdener, entrambe due volte terze quest’anno tra i rapid gates. Neanche per idea, è sesta a +1″02. Per la gioia del pubblico, alle spalle di Petra, si è infilata Katharina Linsberger bravissima a concludere a soli 54/100 dalla leader di classifica. Tradisce invece i suoi tifosi, accorsi davvero numerosissimi sulla Hermann Maier, Bernadette Schild che paga 1″20 da Shiffrin.

Non ha fatto una manche esemplare Chiara Costazza, causa un grave errore sul dosso di metà pista e un ritmo poco adeguato al tracciato disegnato, a dire il vero in maniera regolare, dal coach di Mikaela. 2″19 il ritardo che tuttavia non è così elevato per come si è messa la gara, colpita da una fittissima nevicata che ha reso il tracciato sempre più impegnativo, discesa dopo discesa. Quindi situazione molto diversa da Semmering e da Zagabria, e questo spiega la debalce delle nostre giovani: Lara Della Mea è uscita, Marta Rossetti a 6″97 in 49esima piazzza,  Michela Azzola a 7″54, 52esima e Anita Gulli 54esima a 8″37. Ricordiamo che a causa di una forte lombalgia Irene Curtoni non ha preso il via