Gare

SL Garmisch, vince Kristoffersen, Vinatzer con una super manche è settimo!

SL Garmisch, vince Kristoffersen, Vinatzer con una super manche è settimo!
Iniziamo dalle cose che più ci piacciono: Alex Vinatzer fa una super manche e recupera 15 posizioni! Partito dopo la prima in 23esima posizione ha concluso in settima! La sua prima parte è stata fenomenale, certamente con la pista un po’ più liscia dei primi, ma l’atteggiamento è stato perfetto, non come la sua parte centrale, dove, nel tentativo un po’ disperato, di recuperare posizioni, è incappato in una grattata di troppo. Così il suo ritardo di +1″69 accumulato nella prima, si è ridotto a

Ma col secondo tempo di manche ha dimostrato di poterci essere. Ora è lui l’Azzurro migliore dei nostri nella classifica di specialità che rimane cortissima.

Perché oggi, con Braathen e Foss-Solevaag fuori nella prima e Noel out nella seconda, a vincere è stato Henrik Kristoffersen con una seconda manche tutta classe e cuore. Ho tolto la gioia a Loic Meillard, che per un attimo ha pensato di poter vincere il suo primo slalom. Sul podio anche Manuel Feller perché Tanguy Nef che comandava incredibilmente la gara, non ha retto e a metà pista è uscito.
Appena fuori dal podio Johannes Strolz, davanti a Yule e Strasser.
Molto bene anche Stefano Gross che finalmente porta a casa due belle manche è coglie l’11esima piazza, sua migliore prestazione stagionale.

Tommaso Sala, invece, fa un passettino indietro, 14esimo, pur rimanendo l’unico Azzurro ad aver superato il traguardo in tutte le gare. Giuliano Razzoli, non ha commesso errori gravissimi, ma sufficienti per non fare il tempo che gli sarebbe servito. Era 21esimo, rimane 21esimo.

La classifica di specialità è sempre più affascinante, con 12 atleti in cento punti. Comanda sempre Lucas Braathen con 257 punti, uno in più di Kristoffersen 10 su Meillard. Vinni sale in decima a 77 punti dal leader.

Domani si replica

LA CLASSIFICA

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment