Gare

SL Kranjska Gora, Shiffrin inforca, Vlhova quinta vittoria!

SL Kranjska Gora, Shiffrin inforca, Vlhova quinta vittoria!
Mikaela inforca quando stava compiendo l’ennesimo capolavoro. Fa quasi più notizia questo fatto (tre volte negli ultimi 9 anni!) che la vittoria di Petra Vlhova, che al contrario dell’americana, rimane nel percorso col miglior tempo di manche. Non c’è n’è per nessuna, la migliore della specialità è lei.

Wendy Holdener ci ha provato fino alla fine rimanendo sulla linea della slovacca fino a metà percorso. Poi sul muro ha perso quel tantino finendole alle spalle per 23/100. Così i podi diventano 29 senza la gioia del successo!

La miglior gara di stagione per Anna Sween- Larsson che festeggia un bellissimo terzo posto. L’abbiamo vista finalmente con quel magnifico assetto che aveva fino a prima di farsi male in coda al 2020. Sulla Podkoren 3 poi aveva un conto aperto, chi ha memoria ricorderà come buttò via due anni fa una vittoria certa cadendo sul traguardo e regalando la vittoria a Petra Vlhova.

Festeggia il pochissimo pubblico di casa (parterre inibito) per la bellissima manche di Ana Bucik che l’ha portata fino al quinto posto, alle spalle di lena Dürr. Bel risultato anche per la canadese Ali Nullmeyer che disegna una bella discesa anche nella seconda e si piazza davanti a Katharina Truppe e a Katharina Gallhuber.

Primi punti in coppa per la giovanissima croata Zrinka Ljutic, qualificata con l’ultimo tempo, 26esima a fine gara.

nella classifica di specialità, Petra comanda con 580 punti /5 vittorie e un secondo posto) e allunga il passo s Mikaela ferma a 340 punti, insidiata da Wendy che è terza con 321 punti. Vlhova sale anche nella generale e ora ha solo 35 punti da recuperare a Miki.

Nessuna delle tre Azzurre al via, Rossetti, Mathiou e Gulli, si erano qualificate per la seconda manche. SL Kranjska Gora Shiffrin

LA CLASSIFICA

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.