Gare

SL Wengen: la cinquina di Hirscher

Ed è cinquina: Marcel hirscher incassa l’ennesima vittoria consecutiva, che capita in uno slalom che non aveva mai vinto. Cioè, stravinto, considerando che ha ulteriormente aumentato il vantaggio: +93/100 nonostante qualche numero che comunque mai lo spaventano più di tanto. Cosa dire di più riguardo alla sua immensità. Henrik Kristoffersen comincia a non sapere più cosa fare per tornare alla vittoria. Ma non deve farsene una colpa. La sua seconda manche è stata un capolavoro, ma davanti a lui c’è un Hirscher che ora come ora è imbattibile. Anxche lui se ne è ormai reso conto e i gesti di stizza non li accenna nemmeno più. E’ stato però bravissimo a mettersi davanti ad Andre Myhrer che oggi ha azzeccato proprio una splendida gara, soprattuto grazie a una grande prima manche, meritevole di finire sul podio.  L’elvetico Ramon Zenhaeusern, lo slalomista più alto della storia, ha portato a termine la più bella gara della sua vita. Una performance sul muro da numero uno gli ha permesso di concludere al quarto posto, grazie anche all’inforcata inaspettata di Manuel Feller che stava andando a prendersi la prima posizione provvisoria. . Michael Matt, irriconoscibile nella prima manche alla luce di una stagione partita alla grande, si è riscattato nella seconda. Nel tratto finale ha saputo fare la differenza e con uno dei tempi migliori ha recuperato dalla 17esima alla sesta posizione.
Non è riuscito nell’impresa dsi recuperare quanto sperato Stefano Gross. Atteggiamento migliore in questa manche conclusiva ma non sufficiente per sorridere come si sarebbe aspettato. Ha concluso comunque al settimo posto (era 12esimo). Anche Manfred Moelgg , 12esimo, ha disputato una discreta manche, non una meraviglia, ma sicuramente migliore della sua prima. ben dieci le posizioni recuperate (era 22esimo), ma soprattutto per qualche uscita di troppo da chi lo aveva preceduto nella manche d’apertura. Purtroppo Riccardo Tonetti (24esimo) mentre stava compiendo un piccolo capolavoro personale, è uscito in vista del traguardo. Perdeva meno di 3 decimi da Michale Matt che era in testa fino a quel momento. Poteva concretizzarsi un risultato fantastico per lui e abbassato nettamento il pettorale. Davvero un gran peccato. Speriamo non si tratti di un problema di testa!

 

Ranking

RANK BIB NAME NAT RUN 1 Rk1 RUN 2 Rk2 Pr TOTAL DIFF
1 7 HIRSCHER Marcel

AUT

51.03 1 54.42 1 1:45.45
2 5 KRISTOFFERSEN Henrik

NOR

+0.59 3 +0.34 2 1 1:46.38 +0.93
3 2 MYHRER Andre

SWE

+0.35 2 +1.37 9 1 1:47.17 +1.72
4 24 ZENHAEUSERN Ramon

SUI

+1.03 6 +0.78 4 2 1:47.26 +1.81
5 22 NESTVOLD-HAUGEN Leif Kristian

NOR

+0.76 4 +1.17 6 1 1:47.38 +1.93
6 3 MATT Michael

AUT

+2.16 17 +0.39 3 11 1:48.00 +2.55
7 1 GROSS Stefano

ITA

+1.97 12 +1.12 5 5 1:48.54 +3.09
8 10 PINTURAULT Alexis

FRA

+2.00 13 +1.28 8 5 1:48.73 +3.28
9 25 STRASSER Linus

GER

+2.18 19 +1.26 7 10 1:48.89 +3.44
10 26 DIGRUBER Marc

AUT

+1.95 11 +1.61 12 1 1:49.01 +3.56
11 12 YULE Daniel

SUI

+1.79 8 +1.89 14 3 1:49.13 +3.68
12 4 MOELGG Manfred

ITA

+2.37 22 +1.37 9 10 1:49.19 +3.74
13 16 LIZEROUX Julien

FRA

+2.26 20 +1.53 11 7 1:49.24 +3.79
14 17 SCHWARZ Marco

AUT

+1.70 7 +2.16 17 7 1:49.31 +3.86
15 11 FOSS-SOLEV. Sebastian

NOR

+2.16 17 +1.76 13 2 1:49.37 +3.92
16 18 GRANGE Jean-Baptiste

FRA

+2.03 14 +1.90 15 2 1:49.38 +3.93
17 23 MUFFAT-JEANDET Victor

FRA

+1.92 10 +2.27 18 7 1:49.64 +4.19
18 32 HOLZMANN Sebastian

GER

+2.67 26 +1.90 15 8 1:50.02 +4.57
19 50 OHKOSHI Ryunosuke

JPN

+2.62 24 +2.32 19 5 1:50.39 +4.94
20 52 KASPER Nolan

USA

+2.82 28 +2.58 20 8 1:50.85 +5.40
21 56 KOLEGA Elias

CRO

+2.68 27 +3.01 21 6 1:51.14 +5.69
22 38 BROWN Phil

CAN

+2.50 23 +4.28 22 1 1:52.23 +6.78
23 45 NOEL Clement

FRA

+2.31 21 +4.91 23 2 1:52.67 +7.22
24 58 TONETTI Riccardo

ITA

+2.04 15 +9.68 24 9 1:57.17 +11.72
25 49 JAKOBSEN Kristoffer

SWE

+1.81 9 +17.40 25 16 2:04.66 +19.21
26 36 ENGEL Mark

USA

+2.83 29 +24.81 26 3 2:13.09 +27.64
27 19 NORDBOTTEN Jonathan

NOR

+2.07 16 +1:06.93 27 11 2:54.45 +1:09.00
48 SIMONET Sandro

SUI

+2.62 24 DNF
8 FELLER Manuel

AUT

+0.99 5 DNF
27 YUASA Naoki

JPN

+2.97 30 DSQ

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment