Gare

Slalom Adelboden, vince Schwarz, crolla Noel

Incredibile epilogo nello slalom di Adelboden dove vince l’austriaco Marco Schwarz e crolla Clement Noel. Sul podio anche il tedesco Linus Strasser che era solo 12esimo a metà gara e l’inglese Dave Ryding che era ottavo.

Poi Michale Matt, sempre bravo nei suoi recuperi e il 24enne svizzero Tanguy Nef, autore di due belle manche, bravo a  battere il suo più esperto compagno di squadra Daniel yule, vincitore l’anno scorso, oggi settimo. Clement Noel fa un bel macello sul muro e si ritrova in ottava posizione a 38 centesimi. Tutti lì, dunque, in uno slalom davvero emozionante.

Non sono riusciti a recuperare gli big che non avevano coperta la prima manche come al solito. Fuori Henrik Kristoffersen, pasticcione Ramon Zenhaeusern (fuori dai 10).

Per Marco Schwarz (terzo qui l’anno scorso) si tratta del terzo successo in carriera se contiamo anche il City Event di Oslo 2019. Ma è il primo slalom poiché l’altro successo lo aveva ottenuto, sempre due anni fa, in Combinata a Wengen.

Chance sprecata per i nostri Azzurri che erano stati tutto sommato, bravi a qualificarsi in cinque. Partendo davanti a tutti, quindi a pista liscia, nella seconda, non hanno usato forse la testa per sfruttare l’occasione. Fuori Razzoli, fermati con ripresa Sala (24°) e Tonetti (25°). Quest’ultimo stava andando forte ma, come spesso capita, è uscito in vista sul traguardo, sul muro.

Bene invece Simon Maurberger che porta a casa una 18esima posizione, guadagnandone 7 dopo la prima manche. Che non è un gran che per i tifosi, ma per lui rappresenta un importante segno di fiducia. Ancora una volta il migliore dei nostri è il capitano Manfred Moelgg, 14esimo a meno di un secondo dal vincitore. La sensazione è però che più di questo non sia in grado di esprimere. Almeno per quanto visto finora. Come conferma anche lui al traguardo, i problemi iniziano nella seconda parte delle manche quando cominciano a venire meno le forze. Però tanto di cappello per essere sempre lì.

Il pettorale rosso cambia nome ma non nazione. Da Feller, oggi fuori a Marco Schwarz che comanda con 249 punti, contro i  233 del tedesco Strasser e i 210 di Feller. In Coppa del Mondo Pinturault, oggi 17esimo, mette ancora qualche punto su Kilde. Ora il distacco è di 129 punti.

LA CLASSIFICA

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.