Gare

Slittino naturale: dominio azzurro

Tripletta azzurra nella Coppa del mondo juniores di slittino naturale a Latzfons. Il singolo femminile è dominato dalle atlete altoatesine, grazie alla vittoria di Alexandra Pfattner, che chiude con il tempo di 1’04″02, davanti a Daniela Mittermaier per 1″08, e a Nadine Staffler per 2″08. Al quarto posto, completa il poker azzurro Greta Oberrauch con 2″24 di ritardo.
La gara maschile è stata invece vinta dall’austriaco Florian Markt con il tempo di 1’04″06, soli 12 centesimi meglio dell’azzurro Philip Haselrieder e 48 rispetto all’altro austriaco Fabian Achenrainer. Al quarto posto, un altro azzurro, Laurin Jacob Kompatscher, staccato di 53 centesimi dal vincitore.
Sono gli austriaci Achenrainer/Brugger ad aggiudicarsi la gara del doppio con il tempo di 1’09″23, e precedono i russi Kravchuk/Zyrianov per 1″560 e gli azzurri Manuel Gaio e Nicolò Debertolis per 2″47.

Ordine d’arrivo singolo femminile Cdm juniores slittino naturale Latzfons:
1. Pfattner Alexandra ITA 1:04.02
2. Mittermair Daniela ITA +1″08
3. Staffler Nadine ITA +2″08
4. Oberrauch Greta ITA +2″24
5. Walch Lisa GER +2″53
6. Singer Camilla ITA +3″34
7. Kuntner Andrea ITA +3″95
8. Markt Vanessa AUT +4″54
9. Unterholzner Christa ITA +5″22
10. Suvorova Aleksandra RUS +7″32

Ordine d’arrivo singolo maschile CdM juniores slittino naturale Latzfons:
1. Markt Florian AUT 1:04.06
2. Haselrieder Philip ITA +0″12
3. Achenrainer Fabian AUT +0″48
4. Kompatscher Laurin Jakob ITA +0″53
5. Leslie Jack NZL +0″98
6. Geiger Johannes AUT +1″20
7. Haselrieder Florian ITA +1″25
8. Zyrianov Aleksandr RUS +1″76
9. Gruber Elias ITA +1″80
10. Gaio Manuel ITA +2″36

Ordine d’arrivo CdM Juniores slittino naturale Latzfons:
1. Achenrainer Fabian/Brugger Miguel AUT 1:09.23
2. Kravchuk Kirill/Zyrianov Aleksandr RUS +1″50
3. Gaio Manuel/Debertolis Nicolò ITA +2″47
4. Demchuk Andriy/Lenko Myroslav UKR +3″46
5. Limmer Josef/Dietz Simon GER +4″36
6. Sitkowski Marcin/Spratek Kacper POL +21,27

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment