Gare

Slittino: Pinggera vince la Coppa del Mondo

La Coppa del modo di singolo femminile rimane in Italia anche per questa stagione dopo il responso della gara conclusiva della stagione sulla pista austriaca di Umhausen, dove Greta Pinggera ha colto il terzo successo consecutivo a spese della padrona di casa Tina Unterberger e dell’altra altoatesina Evelin Lanthaler. E proprio la classifica finale vede un incredibile pareggio in vetta alle due azzurre, che chiudono con 610 punti ed esattamente gli stessi piazzamenti (tre vittorie, due secondi e due terzi posti), il trofeo però finisce alla Pinggera ed è la prima volta nella sua carriera.

Il doppio maschile premia invece i russi Pavel Porschnev e Ivan Lazarev, i quali hanno interrotto il lungo dominio di Patrick PIgneter e Florian Clara vincendo anche in questa occasione davanti agli austriaci Rupert Brueggler e Tobias Angerer, mentre gli azzurri hanno concluso terzi a 44 centesimi dai vincitori. La graduatoria conclusiva vede Porschnev/Lazarev a 685 punti contro i 560 di Pigneter/Clara. Infine nel singolo maschile Thmoas Akmmerlander ha preceduto sia Patrick Pigneter che Alex Gruber per un ordine d’arrivo che rispecchia esattamente la classifica finale della specialità.

Ordine d’arrivo singolo femminile Umhausen (Aut):
1. Greta Pinggera (Ita) 2’31″03
2. Tina Unterberger (Aut) +0″29
3. Evelin Lanthaler (Ita) +0″61
4. Daniela Mittermair (Ita) +2″17
5. Michelle Diepold (Aut) +2″48
6. Maria Auer (Aut) +2″73
7. Daria Maleeva (Rus) +3″62
8. Ludmila Astramovich (Rus) +3″86
9. Svetlana Zaravina (Rus) +4″76
10. Lisa Walch (Ger) +5″24
1. Porschnev/Lazarev (Rus) 2’35″36
2. Brueggler/Angerer (Aut) +0″33
3. Pigneter/Clara (Ita) +0″44
4. Regensburger/Holzknecht (Aut) +1″53
5. Egorov/Popov (Rus) +2″26
6. Schopf /Schopf (Aut) +3″18
7. Folie/S. Gaio (Ita) +4″68
8. Shcheglov/Tarasov (Rus) +5″49
9. M. Gaio/Debertolis (Ita) +6″50
10. Dragicevic/Dragicevic (Slo) +7″46

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment