Gare

Snowboard: Felicetti 4° nel PGS di Banko

L’azzurro Mirko Felicetti

E’ festa grande a Bansko per il paese ospitante perché nel gigante parallelo di Coppa del Mondo a imporsi è stato l’atleta di casa Rodoslav Yankov, bravo a regolare in finale l’elvetico  Nevin Galmarini, uscito a metà percorso. Meno bene, invece è andata all’Azzurro Mirko Felicetti che era stato bravo a guadagnarsi un posto in semifinale, poi battuto dal finalista elvetico. Nella finalina per il terzo e quarto posto Mirko, che non sale sul podio da un anno, è incappato in un errore irrimediabile e per l’austriaco Benjamin Karl è stato facile raggiungere sul podio al terzo posto Yankov e Galmarini.

In campo femminile, vittoria per l’elevtica Patricia Kummer che ha battuto nella big final l’austriaca Julia Dujmovitis, mentre il terzo posto è andato a un’altra ragazza elvetica, Ladina Jenny che è riuscita a prevalere in una sfida incrociata Austria-Svizzera, su Claudia Riegler.

Era iniziata bene la trasferta Azzurra sulle nevi bulgare con le qualificazioni che avevano visto passare il turno di quasi tutti i nostri. Nelle fasi finali l’Azzurra Nadya  Ochner, dopo aver superato agli ottavi la svizzera Stefanie Mueller, si è imbattuta nei quarti contro la forte austrica Claudia Riegler (finita poi quarta),  che nella formula della manche unica, ha talgiato il traguardo con 13 centesimi di vantaggio. In campo maschile ci siamo trovati agli ottavi col derby italiano (come nello slalom parallelo di Stoccolma di sci alpino che ha visto Moelgg contro Razzoli), Mirko Felicetti VS Maurizio Bormolini, sfida vinta da Mirko con Maurizio caduto. Poi Mirko è stato bravo nei quarti a guadagnarsi un posto in semifinale battendo il russo  Valery Kolegov, ma nella sfida per entrare in finale ha perso per 11 centesimi von l’elevetico Nevin Galmarini.

Tags

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment