Gare

Sochi 2018- Artistico: oro ai tedeschi

Quanto valgono 43/100 di punto nel pattinaggio sul ghiaccio? A questi livelli, sembrerà strano, ma non sono poi così pochi, anche se l’equilibrio è stato quasi assoluto. La giuria ha deciso di premiare nella Coppia, i tedeschi  Aljona Savchenko/Bruno Massot  anziché i cinesi Wenjing Sui/Cong Han,  235.90 a 235.47. Si è trattato di un colpo di scena doppio, perché dopo il primo atto, il programma corto, i cinesi erano in testa mentre la coppia tedesca si trovava solo al quarto posto, dietro anche alla coppia canadese, terza, e a quella russa (OAR) addirittursa seconda. Poi lo scenario è totalmente cambiato. Il programma dei tedeschi ha fatto quasi sciogliere il ghiaccio! Un’esibizione senza precedenti che ha incantato giuria e mondo intero e premiato con un 159,31, contro il 153,08 di Sui/Hang, terzo parziale, battuto da quello ottenuto da Duhamel/Radford orgoglio della foglia d’acero, ma non abbastanza per vincere l’argento. Tarasova e Morozov, secondi dopo il corto, invece non hanno trovato una giornata fortunata e sono scesi dal podio, appena davanti alla coppia francese Cipres/James e a quella italiana Valentina Marchei/Ondrej Hotarek. I nostri (nella foto dell’articolo) più che battere ancora una voltsa il punteggio italiano non potevano certo fare e questo sesto posto li premia. Applausi!

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment