Gare

Sofia Goggia, il trionfo continua!

Della serie tutto prima o poi torna o se si preferisce, la ruota della fortuna non si ferma mai sullo stesso numero perché grazie al cielo gira, ecco a voi Sofia Goggia vincitrice del superG di Jeongseon. Sì proprio la stessa ragazza bergamasca di 24 anni che ieri aveva vinto la discesa sulla pista olimpica del prossimo anno. Le sue compagne di podio non sono cambiate rispetto a 24 ore prima, così come l’ordine di arrivo. Leggera differenza sui distacchi: Lindsey Vonn seconda a 4 centesimi, Ilka Stuhec terza a 51/100.

Conoscendo un po’ Lindsey Vonn, non deve averla presa troppo bene. Perché in questi casi ci si dimentica di quelle vittorie conquistate per un nonnulla  e se perdi due volte consecutive per quel niente, tutto ciò che ha causato questa sventura diventa insopportabile. A Sofia Goggia quest’anno è capitato ben cinque volte, ma il gioiellino Azzurro non ha mai perso la testa. Ha incassato consapevole che un bel giorno la situazione si sarebbe ribaltata. Così pensano le atlete vincenti e passati quei 5 minuti di traverso anche Lindsey sorriderà al fatto che non ha sbattuto contro la sfortuna, ma si è trovata di fronte semplicemente a una nuova avversaria di classe e qualità.

Su un tracciato molto bello disegnato dal nostro Giovanni Feltrin,  Sofia, è stata capace di disegnare traiettorie perfette e imprimere una velocità che nessun’altra concorrente è stata in grado riuscirci.  Ilka Stuhec, grazie al terzo posto, si giocherà il successo nelle finali di Aspen con Tina Weirather, oggi nona.

Lo squadrone diretto da Matteo Guadagnini si gode anche l’ottimo quarto posto di Federica Brignone: la valdostana ormai è diventata una specialista del supergigante e riesce a mantenersi su livelli di competitività su qualsiasi tipo di tracciato, così come Elena Curtoni, decima seppur con qualche piccola imperfezione che le è costata almeno un paio di decimi. Altre quattro azzurre sono finite a punti: undicesima Johanna Schnarf, quindicesima Francesca Marsaglia e ventisettesima Anna Hofer, appena fuori dalle trenta Marta Bassino e Verena Stuffer.

In classifica generale comanda Mikaela Shiffrin con 1323 punti davanti a Stuhec con 1145 e Gut con 1023, Goggia è quarta a 1021 e Brignone sesta con 655. Nella graduatoria di supergigante Stuhec sale a 350 punti, seguita da Weirather con 335, Gut con 300, Elena Curtoni con 245 punti e Goggia con 240. Il circuito si trasferisce adesso a Squaw Valley, in California, per un gigante sabato 11 e uno slalom domenica 12 marzo che santiciperanno le finali di Aspen.

I podi Azzurri di questa stagione salgono così a 33, 11 sono di Sofia!

Ordine d’arrivo SG femminile Jeongseon (Kor):
1 GOGGIA Sofia 1992 ITA 1:20.35 0.00 100.00
2 VONN Lindsey 1984 USA 1:20.39 +0.04 0.54 80.00
3 STUHEC Ilka 1990 SLO 1:20.86 +0.51 6.86 60.00
4 BRIGNONE Federica 1990 ITA 1:21.15 +0.80 10.75 50.00
5 FLURY Jasmine 1993 SUI 1:21.32 +0.97 13.04 45.00
6 ROSS Laurenne 1988 USA 1:21.60 +1.25 16.80 40.00
7 REBENSBURG Viktoria 1989 GER 1:21.61 +1.26 16.94 36.00
8 SCHMIDHOFER Nicole 1989 AUT 1:21.63 +1.28 17.20 32.00
9 WEIRATHER Tina 1989 LIE 1:21.67 +1.32 17.74 29.00
10 CURTONI Elena 1991 ITA 1:21.71 +1.36 18.28 26.00
11 SCHNARF Johanna 1984 ITA 1:21.77 +1.42 19.09 24.00
12 GAGNON Marie-Michele 1989 CAN 1:21.80 +1.45 19.49 22.00
13 SCHEYER Christine 1994 AUT 1:21.84 +1.49 20.03 20.00
14 GAUTHIER Tiffany 1993 FRA 1:21.92 +1.57 21.10 18.00
15 MARSAGLIA Francesca 1990 ITA 1:21.95 +1.60 21.51 16.00
16 MOWINCKEL Ragnhild 1992 NOR 1:22.02 +1.67 22.45 15.00
17 GISIN Michelle 1993 SUI 1:22.18 +1.83 24.60 14.00
18 SCHNEEBERGER Rosina 1994 AUT 1:22.23 +1.88 25.27 13.00
19 HAASER Ricarda 1993 AUT 1:22.28 +1.93 25.94 12.00
20 GOERGL Elisabeth 1981 AUT 1:22.32 +1.97 26.48 11.00
21 SUTER Corinne 1994 SUI 1:22.33 +1.98 26.61 10.00
22 GRENIER Valerie 1996 CAN 1:22.39 +2.04 27.42 9.00
23 VENIER Stephanie 1993 AUT 1:22.40 +2.05 27.55 8.00
24 SUTER Fabienne 1985 SUI 1:22.45 +2.10 28.23 7.00
25 HAEHLEN Joana 1992 SUI 1:22.52 +2.17 29.17 6.00
26 KLING Kajsa 1988 SWE 1:22.60 +2.25 30.24 5.00
27 HOFER Anna 1988 ITA 1:22.72 +2.37 31.86 4.00
28 NUFER Priska 1992 SUI 1:22.74 +2.39 32.12 3.00
29 TVIBERG Maria Therese 1994 NOR 1:22.92 +2.57 34.54 2.00
30 MAIER Sabrina 1994 AUT 1:23.03 +2.68 36.02 1.00

31 BASSINO Marta 1996 ITA 1:23.05 +2.70 36.29
33 STUFFER Verena 1984 ITA 1:23.12 +2.77 37.23

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment