Gare

Sofia Goggia: “Un gruppo tosto, ci tiriamo a vicenda”

È una Sofia Goggia contenuta nell’entusiasmo ma molto realistica: “Siamo un gruppo tosto, ci tiriamo a vicenda” Queste le prime parole di Sofia ai microfoni Rai. Al termine di una discesa esemplare dal punto di vista tecnico nel rispetto del suo modo di sciare sempre al limite, con ogni rischio possibile!

Sono contenta di essere tornata sul gradino più alto del podio. Non era scontato, Ho patito un pochino i dolori causati dai rischi che avevo preso ieri. Ho dovuto fare un’iniezione di antidolorifico. Ma quando poi sei in gara aumenta l’adrenalina e non senti più nulla. Pensavo non sarebbe bastato quando ho tagliato il traguardo, poi invece la mia azione ha pagato.

Ho cercato di aprtir forte da subito sapendo che la prima parte non era nelle mie corde. poi ho cercato di sciare sui miei appoggio anche perché con il male collo-tibia, per ieri noin avevo altra scelta. Più sto appoggiata meno male sento e meglio scio. Ieri è stata una gara migliore nell’atteggiamento, oltre ala limite. Oggi ho sciato meglio tecnicamente. Ieri work in progress, oggi… uguale! Non si è mai arrivati, oggi solo un passettino avanti sul percorso!

Domani? Intanto mi godo la vittoria di oggi. Domani è un altro giorno e si vedrà

Vi riproponiamo, allora la sua ennesima vittoria, l’ottava, con le immagini di Eurosport

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.