Gare

Sofia Goggia: “Vado al video, so che si può ancora fare meglio”

Sofia Goggia: “Vado al video, so che si può ancora fare meglio”: le parole di Sofia Goggia al termine della discesa femminile vinta a Lake Louise:

In una pista come questa dove c’è poca tecnicità ma tanta velocità non pensavo davvero di vincere con un distacco del genere. Quando ho visto il tempo sul tabellone stentavo a crederci. Avevo qualche pensiero alla vigilia, l’ultima cosa che mi aspettavo era di vincere con un vantaggio del genere. Oggi potevano imporsi almeno dieci ragazze, farlo con un distacco del genere è veramente strabiliante.

Sono contentissima, ho solo cercato di sciare forte e seguire le linee che avevo in mente.

Sicuramente si può ancora migliorare ma è un bell’inizio. Sentivo che mi stavo portando dietro tanta velocità, ad un certo punto sono stata costretta a frenare prima del curvone per poi accelerare, ho preso cosi tanta velocità che non riuscivo quasi a stare dietro agli sci.

Devo tanto ringraziare il mio skiman che mi ha preparato degli sci velocissimi, io ho cercato di andare solo più dritta possibile.

È la mia quinta vittoria consecutiva in gare a cui ho partecipato e ripartire mantenere il pettorale rosso è fantastico. 

Adesso è importante rimanere concentrati e ripartire da zero. Sono soddisfatta perché ho sciato bene e piacevolmente stupita per il vantaggio che ho messo da parte, su una pista veramente facile, dove i punti dove fare la differenza sono pochi.

Tuttavia so che c’è il modo per migliorare ancora, quindi dopo la premiazione andrò a riguardare il video  e provare domani a fare ancora meglio”.

Federica Brignone:Dai, sono contenta considerando che questa pista non si addice proprio a me. Sono solo tanto dispiaciuta per l’errore al Fischnet anche perché è il punto più tecnico, quello dove avrei potuto guadagnare qualcosina sulle altre. Avrò perso almeno 4 decimi”.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.