Gare

SuperG Fis Cortina: l’Olympia è sempre USA

Conclusa domenica la “festa” della Coppa del Mondo femminile, la pista Olympia è rimasta attiva per ospitare un superG Fis vinto dallo statunitense River Radamus (oro alle Olimpiadi giovanili di due anni fa) che si è imposto con il tmepo di 1’09″05. Alle sue spalle gli Azzurri Davide Cazzaniga (in ritardo di 48 centesimi) e Luca De Aliprandini (a 63 centesimi). La gara era valida anche come tappa del Gran Premio Italia, il circuito riservato agli atleti che non fanno parte di squadre nazionale. Nella categoria seniores si è imposto Matteo Vaghi (nono al traguardo) davanti a Mattia Cason (decimo complessivo) e Tobias Knollseisen (undicesimo). Nella categoria giovani (nati fra il 1998 e 2002) successo dello stesso Cason su Knollseisen e Giovanni Zazzaro, infine nella categoria aspiranti (nati nel 2001 e 2002) vittoria di Giovanni Franzoni su Simon Talacci e Luca Brusa.  

Ordine d’arrivo SG maschile Fis Cortina (Ita):
1. River Radamus (Usa) 1’09″05
2. Davide Cazzaniga (Ita) +0″48
3. Luca De Aliprandini (Ita) +0″63
4. Dustin Cook (Usa) +0″64
5. Tommy Ford (Usa) +0″85
6. Kyle Negomir (Usa) +1″10
7. Matteo De Vettori (Ita) +1″54
8. Cooper Cornelius (Usa) +1″66
9. Matteo Vaghi (Ita) +1″70 – 1° posto Gran Premio Italia seniores
10. Mattia Cason (Ita) +1″74 – 2° posto Gran Premio Italia seniores e 1° posto Gran Premio Italia giovani

11. Tobias Knollseisen (Ita) +1″83 – 3° posto Gran Premio Italia seniores e 2° posto Gran Premio Italia giovani
12. Giovanni Zazzaro (Ita) +1″85 – 3° posto Gran Premio Italia giovani
13. Pietro Zazzi (Ita) +1″87
15. Federico Simoni (Ita) +1″96
16. Nicolò Molteni (Ita) +1″99
17. Matteo Franzoso (Ita) +2″01
18. Andrea Rossi (Ita) +2″21
18. Federico Tomasoni (Ita) +2″21
…..
20. Giovanni Franzoni (Ita) +2″37 – 1° posto Gran Premio Italia aspiranti
30. Simon Talacci (Ita) +2″89 – 2° posto Gran Premio Italia aspiranti

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment