Gare

SuperG Garmisch, Gut-Behrami è di un altro pianeta!

Sembrerà strano ma questa volta, il superG di Garmisch, non ci regala un posto sul podio in una gara dove Lara Gut-Behrami è di un altro pianeta. Oltre a possedere il dono della massima scorrevolezza che forse ha anche migliorato, la ticinese non ha sbagliato nulla nei passaggi più tecnici. ù

Così è arrivata la vittoria numero 29 in Coppa del Mondo grazie a un’altra gara assolutamente perfetta dalla prima all’ultima curva.

Le nostre, invece, hanno male interpretato il salto. Sofia compresa che però è stata veloce in alto e nella parte conclusiva. Con un numero di alta acrobazia, con lo sci esterno, il sinistro, che punta verso il cielo in curva aerea, poi fortunatamente recuperato.

Per il primo posto non c’era niente da fare, ma senza quel numero, Sofia avrebbe potuto precedere al secondo posto la norvegese Vickhoff Kajsa Lie che invece ha concluso a 68/100 da Lara, ovvero 32/100 prima di Sofia. “Ma sapevo che bisognava aspettare prima di esultare perché me lo sentivo che qualcun’altra poteva infilarsi davanti“.

E infatti, Sofia ha ragione perché col 29 è scesa la canadese Marie-Michelle Gagnon capace di concludere a soli 93/100 da Lara, soffiando così il terzo posto alla nostra velocista. C’è anche da dire che le temperature si sono a un certo punto alzate rendendo la neve un po’ più veloce, con la comparsa di qualche sprazzo di sole.

Più indietro le altre Azzurre, con Federica Brignone 12esima (+1″33), appena davanti a Elena Curtoni, 13esima a +1″48. Non è questo il superG dove Federica può fare la differenza, perché è troppo dritto, o almeno, con poca curva.

Sul salto ha spiccato il volo ed è atterrata lontanissima! Non è in classifica Marta Bassino, che non è riuscita a recuperare la linea quando è atterrata troppo all’esterno dal salto.  Laura Pirovano con la 16esima posizione ottiene il miglior risultato della stagione in questa specialità (17esima a La Thuile l’anno scorso). La replica di domani potrebbe rivelarsi decisiva nella scelta del quartetto che ci rappresenterà a Cortina.

Il posto, Laura, che dovrebbe già far parte della discesa, se lo gioca con Francesca Marsaglia, oggi lontana. Non si sa ancora nulla riguardo alle convocazioni, per cui può anche darsi che i tecnici abbiano già deciso a prescindere.

Ma se la 23enne trentina dovesse domani fare il colpaccio potrebbe strappare un posto anche in superG. A punti anche Francesca Marsaglia, 23esima e Roberta Melsei, 27esima.
Non male il decimo posto di Petra Vlhova, stesso tempo della francese Tiffany Gauthier. Domani si replica con un altro superG SuperG Garmisch Gut-Behrami è

LA CLASSIFICA

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.