Gare

Top 50 a Pila: Lallini e Cirrincione, il Centro-Sud avanza…

Top 50 a Pila: Lallini e Cirrincione, il Centro-Sud avanza…
Condizioni ideali a Pila per la prima giornata del Top 50 – PDH Cup, primo confronto di stagione per i migliori Ragazzi e Allievi d’Italia. Ma anche per una quarantina di coetanei di Francia, Svizzera, Cile, Croazia e Spagna.

Sole, temperature intorno allo zero e manto nevoso ben preparato per l’appuntamento di apertura che ha preso il posto del Memorial Fosson (spostato ad aprile) per dare la possibilità a una ristretta cerchia di atleti (invitati) di mettersi alla prova dopo i mesi di preparazione estiva e prima degli altri grandi appuntamenti agonistici. Bellissima atmosfera in pista e intorno all’evento, a iniziare dal sorriso dei quasi 240 concorrenti che attendevano da tempo la prima edizione di Top 50 – PDH Cup.

Due manche di gigante (con inversione dei primi trenta atleti) per gli Allievi e slalom per i Ragazzi.

Per gli allievi ha trionfato di Edoardo Lallini (Livata) al traguardo con il miglior tempo nelle due manche e con un complessivo di 1’55”00.

Andrea Francesco Armari (Sporting Club Campiglio) è salito sul secondo gradino del podio con un distacco di 45/100; terzo Pietro Antonio Fabio Trentin (18) a 1’06”.

Andrea Francesco Armari e Pietro Antonio Fabio Trentin

I Ragazzi si sono invece sfidati in uno slalom disegnato su un pendio dolce, ma molto lungo (circa 60 porte). I distacchi si sono rivelati abbastanza pesanti. Sebastiano Cirrincione (Eur) ha fatto registrare il miglior tempo in entrambe le manche, chiudendo la gara in 1’45”14.

A 1”92 dalla vetta il valdostano Thomas Carrozza (Club de Ski), con terzo gradino del podio per Tommaso Vistali (Brixia), che nella discesa decisiva ha recuperato dall’ottavo posto grazie al secondo tempo parziale.

Tommaso Vistali (Brixia) e Thomas Carrozza (Club de Ski) 

Domani seconda e ultima giornata di gare: a Pila slalom Allievi (ore 10) e gigante Ragazzi (10.15). Subito dopo le premiazioni dei migliori tre atleti di ogni gara e dei primi tre sci club. Fosson a Pila Lallini.

Foto di Gabriele Facciotti Top 50 a Pila Lallini

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.