Gare

Tra bilanci e Coppa: Brignone: “Subito a Crans”, Bassino: “Vado a Livigno”

Tra bilanci e Coppa: Brignone: “Subito a Crans”, Bassino: “Vado a Livigno”
Dopo un breve commento sul Team Event la testa vola già agli ultimi colpi di Coppa del Mondo.

Federica Brignone:Abbiamo perduto contro una squadra molto forte come gli Stati Uniti, Moltzan ha fatto lo stesso tempo degli uomini!

Questo format è una gara di squadra e gli americani erano competitivi, noi ci abbiamo provato, è stata una bella esperienza condividere questa occasione con altri compagni di squadra.

Nel nostro sport non ci sono mai state altre opportunità del genere, in uno sport come il nostro che è individuale. E’ stato molto bello in questi giorni stare insieme agli altri ragazzi.

Si chiude questa Olimpiade, sono veramente soddisfatta, fare due medaglie era un sogno bellissimo e realizzarlo è stato ancora più bello, un’emozione incredibile.

Adesso mi riposo un giorno, cambio la valigia e parto per Crans Montana, una delle mie tappe preferite in Coppa del mondo anche se ci saranno due discese.

Poi mi aspettano tre settimane di fuoco che mi possono ancora riservare tante soddisfazioni. A cominciare dalla classifica di superG, ma anche i tre giganti che mancano voglio affrontarli con la giusta determinazione.

Non penso alla classifica generale non ci penso anche se occupo la terza posizione, sicuramente andrò giù dura fino all’ultima gara”.

Marta Bassino:Torno a casa qualche giorno per allenarmi. Salto le gare di Crans Montana in Coppa del mondo e vado a Livigno prima di andare a Lenzerheide e concentrami in vista degli appuntamenti di chiusura.

L’esperienza olimpica non è stata certamente positiva, c’è un pizzico di delusione ma guardo avanti e prendo quanto di positivo mi hanno lasciato queste due settimane come sono solita fare, per portarlo in pista nelle prossime gare”. Tra bilanci e Coppa

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment