Gare

Tutto pronto a Crans per la seconda discesa

È tutto pronto a Crans Montana per la seconda discesa nonostante anche nella località elvetica il cielo sia decisamente coperto ma con temperature più basse. Tuttavia la visibilità è decente e oggi si correrà regolarmente dalla partenza originaria. Quindi, rispetto a ieri, ci saranno ben 5 porte direzionali in più e dunque una pista ben più lunga, sempre che le condizioni non peggiorino.

Sarà la slovena Ilka Stuhec la prima a partire, seguita da Stephanie Venier e dalla nostra Federica Brignone. L’Azzurra ieri ha sciato bene ma non è stata così fortunata nell’ambito della classifica. Diverse atlete le sono state davanti per pochi decimi, approfittando di un momento in cui il vento aveva smesso di dare fastidio.

Nessuna recriminazione però, sia inteso, si sa che nello sci queste cose sono all’ordine del giorno. La cosa importante è che la detentrice della Sfera di Cristallo abbia ricevuto buone sensazioni, condizione ideale per riprovarci oggi.

Sarà accesissima ancora la sfida tra Ester Ledecka (7) e la nostra super Sofia Goggia (9) che ieri ha colto la sua terza vittoria stagionale in discesa. Ma anche l’atleta della repubblica ceca è in grandissima forma e lo dimostra lo scarto minimo registrato ieri tra le due velociste, solo due decimi.

Marta Bassino è in lista di partenza col 12, prima dell’americana Breezy Johnson, ieri terza,  ma sappiamo che la 24enne di Borga San Dalmazzo ha già deciso di non prendere il via. Ci sarà eccome, invece, Nadia Delago (29), decima ieri, suo migliore risultato in Coppa di sempre.

Secondo noi hanno margine di miglioramento sia Laura Pirovano (20) che Francesca Marsaglia (14). Ieri la romana ma piemontese di adozione, stava andando benone. Poi un’amnesia l’ha costretta al ritiro. Segno di una certa insicurezza per via dei risultati che non arrivano, ma dal punto di vista tecnico è in crescita.

Col 19 scenderà Elena Curtoni (19) ed anche dalla valtellinese ci attendiamo un risultato migliore rispetto alla prima discesa. Che lei conosce a menadito. In una sorta di gioco di squadra, oltre a puntare alla vittoria, non sarebbe male riuscire a piazzarsi davanti a Petra Vlhova(16)  che non ha alcuna intenzione di correre al risparmio anche nelle gare veloci. Ieri è stata bravissima a ottenere il quarto posto. Con la pista più lunga oggi probabilmente dovrà ricorrere un po’ di più alle sue  immense abilità tecniche per ripetersi.

Ci proverà anche Corinne Suter (17), sulla carta l’atleta più pericolosa per le nostre. Ieri ha deluso ma conosciamo bene quanta velocità sappia fare la vincitrice della prima discesa della Val d’Isère, nonché detentrice della coppa di discesa e superG.

Il via alle ore 10:00

 

L’ORDINE DI PARTENZA

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.