Gare

Universiadi: il gigante ad Asa Ando

La giapponese Asa Ando ha conquistato la medaglia d’oro nel gigante femminile delle Universiadi di Almaty. Seconda al termine della prima manche, la nipponica è salita in vetta con il tempo totale di 2’25″68, scavalcando di 1″13 la slovena Desiree Ajlec che comandava la competizione a metà gara. Bronzo alla bielorussa Maria Shkanova a 1″60. Quattro le azzurre presenti: Michela Speranzoni undicesima a 4″57, Petra Smaldore tredicesima a 5″79, Elena Graffi Brunoro quattordicesima a 5″98 e Claudia Nicastro trentunesima a 11″19.

Ordine d’arrivo GS femminile Universiadi Almaty (Kaz):
1 ANDO Asa JPN +0.68 2 1:09.70 1 1 ▲ 2:25.68
2 AJLEC Desiree SLO 1:15.30 1 +1.81 10 1 ▼ 2:26.81 +1.13
3 SHKANOVA Maria BLR +0.79 3 +1.49 7 ◄ 2:27.28 +1.60
4 KMOCHOVA Tereza CZE +2.26 5 +1.15 3 1 ▲ 2:28.41 +2.73
5 LUUKKO Nea FIN +2.42 6 +1.22 5 1 ▲ 2:28.64 +2.96
6 DUBOVSKA Martina CZE +2.86 9 +1.12 2 3 ▲ 2:28.98 +3.30
7 POPOVA Ekaterina RUS +2.78 7 +2.02 11 ◄ 2:29.80 +4.12
8 WIDNER Denise AUT +3.69 11 +1.20 4 3 ▲ 2:29.89 +4.21
9 BREUNING Ann-Kathrin GER +3.75 12 +1.25 6 3 ▲ 2:30.00 +4.32
10 ISHIBASHI Miki JPN +3.36 10 +1.75 9 ◄ 2:30.11 +4.43

11 SPERANZONI Michela ITA +2.82 8 +2.43 15 3 ▼ 2:30.25 +4.57
13 SMALDORE Petra ITA +4.22 16 +2.25 13 3 ▲ 2:31.47 +5.79
14 GRAFFI BRUNORO Elena ITA +4.50 18 +2.16 12 4 ▲ 2:31.66 +5.98
31 NICASTRO Claudia ITA +6.82 31 +5.05 31 ◄ 2:36.87 +11.19

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment