Gare

WENGEN: NORGE, NORGE!

La classifica finale della supercombinata alpina del Lauberhorn parla norvegese. Sul tracciato di slalom disegnato dal francese Cretier sulla pista della libera, Kjetil Jansrud ha tirato fuori dal cilindro una grande prova tra le porte strette (sesto tempo di manche) andando a vincere la supercombinata con il tempo di 2’37”61, davanti al compagno di squadra Svindal (2’37”65), secondo grazie al vantaggio accumulato nella prova di libera, e al francese Adrien Theaux (2’37”74) che come tutti i discesisti ha potuto sfruttare al meglio un tracciato poco impegnativo. Quarto l’altro francese Mermillod Blondin, secondo tempo in slalom. Ottima la prova di Dominik Paris che grazie a reminescenze giovanili non ha sbagliato e con una buona fluidità è arrivato a sfiorare il podio facendo segnare il settimo tempo di manche. Inforcate per Janka che aveva ambizioni da podio e per Ligety che di ambizioni non ne aveva, tradito da una lastra di ghiaccio. Per la cronaca la manche di slalom è stato vinta dallo sloveno Kosi Klemen che grazie alla sua prova è risalito dal ventitreesimo posto della discesa al settimo della classifica finale. Peter Fill è giunto decimo, Mattia Casse diciottesimo e Siegmar Klotz diciannovesimo. Fuori dai giochi Christof Innerhofer. Domani l’appuntamento è per le 12 e 30 con la classiccisima del Lauberhorn e se il tempo reggerà il via sarà dato dalla partenza tradizionale.

About the author

La Redazione

La Redazione

Add Comment

Click here to post a comment