Gare

Werner Heel, saluta il Circo Bianco

E’ arrivato il giorno dei saluti per una delle colonne portanti della velocità azzurra degli ultimi vent’anni.

Werner Heel, il quasi 37enne della Val Passiria, ha annunciato il suo ritiro al termine della discesa di Kvitfjell, quella che gli ha regalato di più nelle 18 stagioni della sua carriera. 4 podi tra cui una vittoria, i primi due nelle discese del 2008, e gli ultimi due nel superG del 2013 e nella discesa del 2015.

Sono 10 in tutto i podi in carriera dell’alfiere delle Fiamme Gialle, tra cui 3 vittorie: quella di Kvitfjell, quella nel superG della Val Gardena, sempre nel 2008, e quella nel superG di Are, nel 2009.

Werner è stato capace di conquistare un podio anche a Kitzbuehel, nel 2010, quando fu terzo nella discesa sulla mitica Streif e ha messo il suo segno anche in Val d’Isère, ma in superG.

Heel ha dato l’addio allo sci agonistico con un lungo post pubblicato sul suo profilo Instagram. “Sin dal debutto in Coppa nel 2001 – ha scritto Werner – ho vissuto momenti mozzafiato e ho incontrato innumerevoli persone che mi hanno ispirato, vedendo posti meravigliosi.

Ora è arrivato il momento di aprire un nuovo capitolo della mia vita, con gioia e speranza. Dopo 205 gare di Coppa del mondo arriva la mia ultima volta, che ho vissuto con orgoglio e malinconia, nella consapevolezza che sia la cosa giusta da fare“.

Seguono i ringraziamenti alla famiglia, alla fidanzata Manuela, al fan club, ai compagni di squadra, agli allenatori e ai fisioterapisti, allo sci club Passeier, alla FISI e alla Fiamme Gialle. E poi agli sponsor, alle aziende di attrezzi, senza i quali non avrebbe potuto avere la carriera che ha avuto.

Anche la Federazione Italiana Sport Invernali ringrazia Werner per tutto quello che ha saputo dare ad un pezzo della storia dello sci alpino e gli augura un futuro ricco di successi e di felicità.

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment