Gare

Zagabria: lo slalom delle debuttanti

La squadra femminile di slalom, rinfrancata dall’ottima prestazione offerta a Semmering, si riempie di gioventù. In prima fila sempre Irene Curtoni, ieri sesta nel parallelo di Oslo, e Chiara Costazza, ma poi tre giovanissime. Lara Della Mea in prima fila, con l’entusiasmo alle stelle per essere riuscita tra i rapid gates di Semmering a conquistare per la prima volta una qualifica per la seconda manche e addiruttura i primi punti in Coppa grazie al sedicesimo posto. Sarà chiamata a una conferma molto importante ai fini sia della consapevolezza dei propri mezzi tecnici, sia per il morale. La rinuncia “annunciata” di Chiara Peterlini, dolorante a una spalla, ha favorito la convocazione di  Anita Gulli, vent’anni piemontese, in forze all’Esercito e al gruppo discipline tecniche di Coppa Europa. Per lei si tratta di un esordio assoluto. E la rinuncia comunicata oggi di Federica Brignone, che desidera concentrarsi di più sul gigante, ha convinto i tecnici a portare sulle nevi croate un’altra debuttante, Marta Rossetti (Fiamme Oro), classe 99 come Lara, che ha avuto un inizio di stagione spumeggiante, con un paio di vittorie in gare Fis.

Lo slalom è in programma sabato 5, con prima manche alle ore 13 e seconda manche alle 16 (diretta tv Raisport ed Eurosport 1).
Sarà la tredicesima volta che si gareggerà a Zagabria, l’Italia vanta due podi, il secondo posto di Nicole Gius nel 2009 e il terzo di Manuela Moelgg nel 2011.