Notizie

A Bobbio, approfondimento scientifico dedicato al fondo

A Bobbio, approfondimento scientifico dedicato al fondo.
C’era il gotha tecnico dell0 sci di fondo Azzurro oggi al convegno avvenuto presso l’Abbazia di San Colombano a Bobbio (Pc), organizzato per la seconda volta in collaborazione con il comune di Bobbio e la Scuola Tecnici Federali FISI.

Flavio Roda a inizio convegno

Un appuntamento che ha richiamato allenatori di club, comitato e del mondo stf, pubblico ideale per affrontare tematiche dal tono strettamente scientifico con la relazione di Paolo Rivero, referente della struttura federale degli allenatori, di Luca Filipas, (“Le intensità di allenamento: dalla ricerca scientifica al campo”) allenatore di running, trail running, ciclismo, mtb, ciclocross triathlon e duathlon e di Markus Cramer, allenatore e coordinatore squadra World Cup italiana (“L’importanza di allenarsi con le giuste intensità nelle diverse fasce di età”). Di questi interventi seguirà approfondimento.

Paolo Rivero, responsabile STF Fisi dello sci nordico

Ha chiuso in bellezza poi con un inteso intervento, Chicco Pelle ovvero Federico Pellegrino. Il tutto anticipato da messaggi di non poca importanza da parte di Claudia Giordani, vice presidente Coni, Manuela Di Centa, Consigliere per la valorizzazione e promozione del turismo sportivo e montano, Flavio Roda presidente Fisi e ovviamente il Sindaco di Bobbio Roberto Pasquali.

Markus Cramer e il suo gioiello Federico Pellegrino

Si è trattata di una giornata di confronto, analisi e programmazione sul futuro di questa disciplina, all’inizio dell’importante quadriennio che si concluderà con l’appuntamento olimpico di Milano-Cortina 2026.

L’ambizione per diventare un campione è necessaria, la superbia invece è da evitare – ha spiegato il vicecampione olimpico in carica della sprint -. Bisogna coltivare la propria competitivtà, capire quali sono gli step giusti per arrivare ad altissimo livello.

Si riconoscono in prima fila Manuela Di Centa, Claudia Giordani e a destra Gian Franco Zecchini, presidente Alpi Centrali

Solamente a fine carriera si può capire realmente il proprio valore, un fondista diventerà protagonista attraverso la propria testa e le proprie gambe. Consiglio a tutti due cose: ricordare che si conquista la fiducia degli atleti dando continuità fra dire e fare e attraverso la comunicazione”.

Paolo Rivero, passa il microfono al relatore Luca Filipas,

Alla giornata era presente anche il Presidente FISI Flavio Roda: “Ringrazio colori che sono intervenuti e quanti stanno dando il loro contributo per questa disciplina che ha scritto pagine di storia dello sport italiano – ha dichiarato -. Usciamo da due anni particolarmente duri a causa del Covid che non hanno impedito di svolgere l’attività con la stessa intensità di prima, se non addirittura aumentata. Tutti gli allenatori delle squadre nazionali e quelli degli sci club stanno operando con grande passione, lavoreremo per arrivare preparati alle prossime Olimpiadi”.

L’intervento di Cramer

Uno dei momenti più emozionanti, probabilmente non colto da tutti, è stato quando un ragazzino (qui sotto), decisamente intimidito, ha rotto l’emozione presentandosi davanti a Federico con un complimento esplicito: “Chicco, sei il mio mito!”. Ecco che il titolo del convegno: “Obiettivi futuri”, probabilmente ha fatto centro!

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment