Notizie

Addio al maestro Flavio Collomb, istituzione di La Thuile

Addio al maestro di sci Flavio Collomb, istituzione di La Thuile, ma anche di tutto il mondo dell’insegnamento sulla neve d’Italia. L’Associazione Valdostana Maestri Sci piange un vero personaggio della neve, deceduto sabato 16 maggio, all’età di 81 anni.

Collomb è stato uno dei soci fondatori della scuola di sci del Rutor. Nell’estate 1967 insieme ad altri maestri di sci cercò di sfruttare il ghiacciaio estivo per completare l’offerta turistica della località.

Iniziò a sciare solo a vent’anni, prima decise di fare il battipista a Courmayeur e poi a Val d’Isère. Solo in seguito scelse di partecipare al corso maestri e di sostenere gli esami per diventare professionista. Ha insegnato per oltre 50 anni alla scuola di sci di La Thuile, entrando tutti i giorni nella struttura che costruì con le sue mani insieme a tanti altri maestri di sci della zona.

Beppe Cuc (presidente Avms) e Ferruccio Baudin (direttore scuola sci La Thuile): «Una figura storica per tutta l’Associazione e in modo particolare per la comunità di La Thuile. I maestri di sci della Valle d’Aosta si stringono intorno alla famiglia in questo momento di grande dolore».

I funerali si svolgeranno domani, lunedì 18 maggio, alle ore 15, nella chiesa di La Thuile.

Tags

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.