Notizie

Apprensione per Sofia Goggia portata via in barella

Incrociamo le dita perché da Garmisch arriva una notizia non proprio felice. Dopo l’annullamento della gara di oggi poi spostata a domattina, le atlete hanno lasciato l’hospitality della zona di partenza per recuperare la zona di arrivo e tornare in albergo.

Ecco, scendendo Sofia è caduta. È stata richiamata subito l’attenzione dei soccorritori intervenuti prontamente. Ma è stato necessario ricorrere alla barella. Per ora la diagnosi parla di trauma distorsivo, ma solo gli esami potranno appurare l’entità del danno. Di certo sappiamo soltanto che è bene iniziare a incrociare le dita!

La gara è stata spostata a domani proprio a causa della nebbia, situazione che evidentemente ha reso molto difficoltosa la discesa per recuperare la zona d’arrivo. La caduta sarebbe avvenuta non sulla pista di gara ma su quella laterale, proprio in prossimità della zona del parcheggio. Si trovava quindi in neve fresca.

Sofia e lo staff medico hanno preferito non recarsi presso l’ospedale di Garmisch ma sono saliti in auto per raggiungere le strutture sanitarie a Milano per effettuare gli esami del caso.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.