Notizie

Azzurri da Pechino alla Val di Fassa per preparare le ultime di Coppa

Azzurri da Pechino alla Val di Fassa per preparare le ultime di Coppa.
L’eco delle Olimpiadi di Beijing2022, risplende per le medaglie di Brignone, Goggia e Delago mentre per gli slalomisti azzurri già quasi un ricordo sulla via del ritorno in Italia.  Rimarranno indelebili nella memoria sportiva, le parole di Giuliano Razzoli a fine gara.

La prossima settimana sarà particolarmente bello, averlo di nuovo ad allenarsi all’Aloch insieme ai compagni. Infatti per il “Gruppo FISI Coppa del Mondo Maschile SL” la prossima settimana è già ora di tornare sugli sci in vista dei prossimi impegni di Coppa del Mondo.

Primi ad arrivare saranno il 21, Tonetti e Borsotti accompagnati dai tecnici Bergamelli e Walter Girardi.

Gli atleti di Jaques Theolier e Stefano Costazza, coadiuvati da tutto lo staff di Coppa del Mondo, si alleneranno in Val di Fassa dal 22 al 25 febbraio all’Aloch. I convocati sono Moelgg, Gross, Sala, Razzoli, Maurberger, Vinatzer.

La pista Aloch è perfettamente preparata per gli ulteriori allenamenti delle squadre nazionali.. La recente nevicata ha regalato alla Val di Fassa precipitazioni dai 20 ai 50 cm. di neve che ha reso il paesaggio molto suggestivo.

La F.I.S.I ha comunicato oggi pomeriggio anche l’arrivo dei velocisti azzurri di Coppa del Mondo. La prossima settimana saranno presenti in Val di Fassa, entrambi i gruppi di atleti delle discipline veloci.

Come da accordi con la Federazione al Gruppo Coppa del Mondo Maschile Discipline Veloci 21-24 febbraio ’22, verranno messe a disposizione le piste da velocità della Ski Area San Pellegrino-Dolomiti. Saranno della partita Innerhofer, Casse, Buzzi, Paris, coadiuvati da tutto lo staff tecnico di Alberto Ghidoni. Poi il Gruppo 2 Coppa del Mondo Maschile: Bosca Guglielmo, Marsaglia, Molteni, Zazzi. Con loro lo staff di Lorenzo Galli e Patrick Staudacher. Tutti gli atleti convocati e gli staff tecnici saranno alloggiati in centro Fassa. Azzurri da Pechino alla

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment