Notizie

Chiusura temporanea anche per il ghiacciaio di Cervinia/Zermatt

Chiusura temporanea anche per il ghiacciaio di Cervinia/Zermatt.
Alza bandiera bianca anche uno dei pochi ghiacciai rimasti aperti: la società impianti di Zermatt ha comunicato che a partire da venerdì il ghiacciaio non sarà più a disposizione. I motivi sono ben noti: grande sofferenza delle piste e temperature elevate. Con la poca neve caduta nell’ultima stagione invernale, si è creata una situazione che non permette più di sciare. Si tratta, come per lo Stelvio, di una chiusura temporanea, ma fin quando non nevicherà…
È anche probabile che la società Matterhorn Ski Paradise abbia deciso di chiudere per preservare il più possibile la stato del ghiacciaio in previsione delle gare di discesa di Coppa del Mondo. Molti sci club e squadre nazionali, non ultima quella della velocità maschile di Coppa Europa che aveva programmato di raggiungere Cervinia il 29, dovranno rivedere forzatamente i rispettivi programmi di allenamento, anche se le alternative sono davvero poche!

Ecco il comunicato ufficiale della tazione:

Ecco il comunicato stampa con cui le Zermatt Bergbahnen (Impianti di risalita di Zermatt) rendono nota la temporanea sospensione dello sci estivo

 

I forti movimenti del ghiacciaio hanno un impatto sull’attività dei crepacci. Le problematiche relative alla carenza di neve si ripercuotono sulla manutenzione tecnica degli impianti di risalita e sulla preparazione delle piste, attività che diventano sempre più impegnative, facendo sì che al momento non possano essere garantiti gli standard usuali. Questa decisione tiene conto delle elevate garanzie di sicurezza che Zermatt Bergbahnen (Impianti di risalita di Zermatt) garantisce ai suoi ospiti e alle squadre di sci.

Si tratta di una interruzione temporanea dell’attività sciistica estiva, durante la quale però continueranno i lavori di manutenzione delle piste e degli impianti di risalita. Anche i tracciati di allenamento verranno preparati in modo da poter essere riutilizzati in qualsiasi momento.

La pista per la Coppa del Mondo di sci “Gran Becca”, sulla quale si svolgeranno due gare di discesa libera maschile il 29 e 30 ottobre 2022 e due gare di discesa libera femminile il 5 e 6 novembre 2022, è già pronta per metà del suo sviluppo in territorio svizzero. I lavori continueranno poi sul restante tratto svizzero e successivamente su quello italiano, in modo che la “Gran Becca” sia pronta per le gare già a partire da inizio ottobre 2022.

“Con queste misure, Zermatt Bergbahnen può garantire che, in caso di abbassamento delle temperature e di sufficienti precipitazioni nevose, gli allenamenti delle squadre di sci e lo sci estivo possano riprendere in qualsiasi momento nella misura abituale. Con le condizioni meteorologiche attuali, nulla dovrebbe ostacolare lo svolgimento del “Matterhorn Cervino Speed Opening”, con le prime gare transfrontaliere della storia della Coppa del mondo di Sci, che si terranno a fine ottobre e inizio novembre 2022”, afferma Markus Hasler, CEO di Zermatt Bergbahnen. “Le attività sciistiche praticate durante tutto l’anno sono uno dei punti di forza della regione di Zermatt-Matterhorn e del Cervino Ski Paradise. La temporanea interruzione delle attività di sci estivo non cambierà in alcun modo questo orientamento strategico”, conclude Hasler.

Chiusura temporanea anche per

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment