Notizie

Colpo grosso di Elisa Platino (Carabinieri), lo scudetto Tricolore in gigante è suo!

Colpo grosso di Elisa Platino, lo scudetto Tricolore in gigante è suo!
Piccolo colpetto di scena a Sestriere, dove, nel gigante Tricolore la Carabiniera Elisa Platino conquista la medaglia d’oro nello slalom gigante. La sua splendida seconda manche, più lenta solo di una scatenata Federica Brginone, è stata sufficiente per mettersi alle spalle Marta Bassino di 18/100 che invece conclude con oltre due secondi la run conclusiva, piazzandosi alle spalle della 23enne di Merano.

Il bronzo va al collo di Roberta Melesi (+0,23) che riesce col quarto miglior parziale della seconda, a rimanere davanti a Brignone ben lontana con i suoi 75/100 di gap dalla leader e a 52/100 dal bronzo.

Dietro all’Azzurra, Valentina Cillara Rossi che in questi Assoluti ha dimostrato di essere davvero in forma. Poi Karoline Pichler che riesce a guadagnare soltanto tre posizioni finendo sesta, davanti alla coppia Sara Allemand e Asja Zenere, entrambe settime staccate di 1″65.

Elisa, che non è ufficialmente in squadra nazionale, aveva vinto il gigante lo scorso anno, dei Campionati Assoluti Austriaci

Ancora una volta bravissima la giovane Annette Belfrond, 11esima assoluta dietro a Ilaria Ghisalberti che chiude la top ten, rimamendo dietro a Francesca fanti, quando aveva chiuso la prima manche in terza posizione

LA CLASSIFICA

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment