Notizie

Coppa del Mondo freestyle in Russia, austriaci, tedeschi e francesi tornano a casa!

Coppa del Mondo freestyle in Russia, austriaci e francesi tornano a casa!
Lo Skicross a Sunny Valley, la disciplina Aerials a Yaroslavl, entrambe località in Russia, la prima a a 1.700 km da Mosca, la seconda a soli 240 km circa.

Il dramma della guerra tocca anche lo sport e questi due appuntamenti importanti, perché determinanti ai fini delle classifiche finali, rischiano di essere disertati da alcuni atleti.

La Fis ha rassicurato che entrambe località non sono toccate dal conflitto, ma la paura sale sempre di più, così come la protesta. Molte squadre hanno raggiunto le due località direttamente da Pechino, quando ancora il conflitto non aveva preso il via.

L’Austria ha dato ordine ai suoi atleti dello Ski Cross di ritornare immediatamente a casa. La stessa cosa ha ordinata ai suoi la federazione francese.

L’equipe de France aveva lasciato i Giochi Olimpici e Pechino per dirigersi verso la Russia orientale a Chelyabinnsk per preparare la Coppa del Mondo di Sunny Valley, in programma da domani.

Ma l’intervento russo in Ucraina questa mattina ha costretto la FFS a chiedere allo staff dello ski cross di organizzare il rimpatrio dei Blues.

La squadra francese raggiungerà solo domani sera Mosca e rientrerà a Lione nella giornata di sabato, sperando che lo spazio aereo rimanga aperto in questo regione del mondo. identica decisione presa dalla federazione tedesca.

La federazione internazionale dello slittino ha annullato le finali di Coppa del mondo di slittino naturale a Mosca. Se non si riuscirà a trovare una nuova data e località, gli Azzurri Evelin Lanthaler e Alex Gruber vincerebbero la sfera di cristallo raggiungendo la coppia Clara-Pigneter, che l’hanno già conquistata in anticipo.

Intanto la FIS, insieme a tutte le parti interessate coinvolte, sta monitorando attentamente l’escalation del conflitto Russia-Ucraina. In caso di modifiche all’attuale calendario dei Mondiali a causa del conflitto, la FIS comunicherà immediatamente l’aggiornamento.

Nonostante ciò, la sciatrice australiana Danielle Scott ha annunciato su Twitter che avrebbe lasciato la Russia e non avrebbe gareggiato a Yaroslavl: “Non posso credere che stia succedendo” ha detto, “Nel potere unico e unificante dello sport, desideravo ardentemente che questa situazione fosse diversa“. Coppa del Mondo freestyle

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment