Notizie

È scomparso l’alpino Edoardo Gaja, Presidente Ana di Biella

È scomparso l’alpino Edoardo Gaja, Presidente Ana (Associazione nazionale Alpini) di Biella.

Edoardo si è spento nella casa di riposo Belletti Bona, dove era stato ricoverato alcuni mesi fa per l’aggravarsi della sua malattia.

Imprenditore ma soprattutto alpino, nell’anima e nello spirito, aveva 82 anni. Persona conosciuta nel Biellese, era stato presidente della sezione Ana di Biella dopo aver raccolto «lo zaino» nel 2001 da Franco Becchia.

Dopo 12 anni aveva poi passato il testimone a Marco Fulcheri, attuale vertice della sezione che lo ricorda con affetto come «un uomo dalla scorza dura, come lo sono tutti i montanari,  ma di gran cuore e di con un senso profondo dello spirito di servizio».

A lui si deve l’allestimento della bella sede della Ana di Biella in via Ferruccio Nazionale, alle porte della città.

E’ stato don Remo Baudrocco, cappellano delle Penne nere biellesi e suo parroco, a chiudergli gli occhi dopo una malattia che lo ha progressivamente piegato.

Il cognome Gaja lo abbiamo spesso citato su Sciare ma non per Edoardo, bensì per l’impegno della figlia Elena, Td Fis, referente del Sub-Commitato Alpine Courses e spesso presente negli uffici gare dei Mondiali, vedi Aare e Cortina. O ancor prima per la dedizione della moglie Laura Odiard Des Ambrois, nota ai tempi della valanga, “Miss Olivetti”, quale responsabile del cronometraggio. O per il marito di Laura, Giorgio Viterbo, segretario generale della Fisip. Questo inciso per sottolineare la dedizione dell’intera famiglia per il mondo delle infinite attività della montagna. Quella montagna che ricorderò Edoardo in eterno.

La partecipazione della redazione di Sciare al dolore di questa splendida famiglia.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.