Notizie

Fede, Marta, Sofia, sulla Leo Gurschler per preparare Sölden

Fede, Marta, Sofia, sulla Leo Gurschler per preparare Sölden.
C’è mezza coppa del mondo in Val Senales per preparare l’opening dei Sölden. La pista Leo Gurschler è stata preparata in maniera perfetta al fine di simulare al massimo quella che sarà la pista di gara sul Rettenbach. Il freddo e il bel tempo sta consentendo alle nostre tre punte di diamante di allenarsi davvero bene.

Federica Brignone: bella tosta la Leo, l’hanno bagnata e preparata alla perfezione, l’ideale per l’avvicinamento a Sölden. Ho dovuto prendere un po’ le misure nelle prime discese perché il tracciato era già di un livello top.

Quest’estate ho potuto allenami molto bene come non mi accadeva da tantissimi anni e a che se è saltata Ushuaia arrivo alla prima gara già in buone condizioni. Le prime discese sulla pista.

Sempre col sorriso Marta Bassino: “Non potevano esserci situazioni migliori di quelle che stiamo riscontrando sulla Leo. Il muro ricorda molto quello di Sölden e per noi è proprio il massimo. Arrivo all’opening con buone sensazioni, poi è chiaro che bisognerà attendere il primo confronto per  capire quanto margine di miglioramento ho in vista della stagione olimpica.

Molto soddisfatta anche Sofia Goggia: “Mi sono allenata tutta l’estate con Marta Bassino, la migliore gigantista al mondo e questo mi ha fatto un gran bene perché penso di essere migliorata abbastanza. Un lavoro importante che mi servirà sicuramente anche per le discipline dove risco a esprimermi meglio, discesa e superG.

Oltre alle tre Azzurre accompagnate dai tecnici Paolo Deflorian, Marcello Tavola e Daniele Simoncelli e dal direttore tecnico Giovanni Luca Rulfi, anche la 26enne sciatrice statunitense Mikaela Shiffrin e la fuoriclasse ceca Ester Ledecká.

I norvegesi Aleksander Aamodt Kilde e Leif Kristian Nestvold-Hagen

Presente dopo alcuni anni anche la squadra speed della Norvegia, allenati da Michael Sutti Rottensteiner. Spicca all’occhio la partecipazione alla sessione di allenamenti di Aleksander Aamodt Kilde, specialista di Super-G,  discesa libera, ma anche del gigante, nonché vincitore della Coppa del Mondo generale 2019/20 con i compagni di squadra Atle Lie McGrath o Leif Kristian Nestvold-Hagen. Poi anche il titolare dell’ultima sfera di crist. Dalla vicina Francia si è aggiunto all’élite mondiale l’allrounder Alexis Pinturault, da oltreoceano anche la nazionale canadese maschi. Fede Marta Sofia sulla Leo

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.