Notizie

Finisce la stagione di Adrien Theaux, e forse anche la carriera

Finisce la stagione di Adrien Theaux, e forse anche la carriera.
Il velocista francese Adrien Theaux non potrà nemmeno iniziare la stagione e forse la sua carriera finisce qui. All’alba dei suoi 37 anni, Adrien si è infortunato durante un allenamento di superG a Copper Mountain. La diagnosi è di quelle che non vorresti mai sentire: frattura al gomito sinistro, della tibia e della caviglia destra! È accaduto ieri ed è già stato operato in serata a Vail e ritornerà presto a casa.


Adrien Theaux nella discesa di Bormio il 30 dicembre del 2020

Il veterano discesista della Val Thorens aveva deciso di proseguire la carriera anche in vista di quella che sarebbe stata la quarta Olimpiadi, dopo Whistler, Sochi e PyeongChang. L’unica medaglia conquistata è quella che si è messo al collo ai Mondiali di Vail nel 2015, quando concluse al terzo posto nel superG vinto da Hannes Reichelt.


In Coppa del Mondo tre i successi, tutti conseguiti in discesa. L’ultimo sempre nel 2015 a Santa Caterina, la prima nel 2011 a Lenzerheide, a metà la terza, Kvitfjell 2013. Poi altre 4 successi sfiorati ma sfociati in altrettante piazze d’onore tutte in superG. Sono invece 6 i terzi posti, tre in discesa, due in superG e uno in combinata a Wengen che è stata anche l’ultima volta che ha gioito per il podio.

Purtroppo per si tratta del secondo grave infortunio consecutivo. L’anno scorso a in un allenamento a Orcieres Merlette cadde malamente riportando la rottura dei crociati anteriori sempre del ginocchio destro, accompagnati dalla frattura al condilo esterno e del piatto tibiale interno.

Strinse i denti proprio per arrivare a Pechino, perché sentiva ancora il fuoco dentro. Ieri questo sogno si è infranto ed è davvero difficile che Adrien riesca a ritrovare gli stimoli per ripresentarsi la prossima stagione. Naturalmente non ha preso ancora alcuna decisione. Quando si attenuerà la delusione, a mente un po’ più fredda, ci penserà. finisce stagione Adrien Theaux

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.